Calcio

Serie B, rinviata anche Cremonese-Brescia: Balata lancia l’allarme

Balata Getty Images
Mauro Balata, Presidente della Lega B – Photo credits: Gabriele Maltinti/Getty Images

Altra partita rinviata in Serie B. Dopo Reggiana-Cittadella e Virtus Entella-Venezia, anche Cremonese-Brescia, che era in programma questa sera, non si disputerà. La causa è la positività al Covid-19 di un tesserato del Brescia. In una nota, precedete il rinvio della gara, il Presidente della Lega B, Mauro Balata, lancia l’allarme sulla situazione della Serie B.

Cremonese-Brescia rinviata a data da destinarsi

Salgono a tre le partite della 5a giornata di Serie B che sono state rinviate causa Covid-19. Dopo Reggiana-Cittadella e Virtus Entella-Venezia, salta anche Cremonese-Brescia, che era in programma questa sera allo Zini. La causa è la positività al Coronavirus di un membro del Brescia. Ecco il comunicato della Lega B:

“Dopo una caso di positività nel Brescia e constatata l’impossibilità di rinviare a domani la gara secondo regolamento per gli impegni di mercoledì delle due squadre in Coppa Italia, la gara fra Cremonese e rondinelle in programma oggi alle ore 21 è stata rinviata a data da destinarsi”. ​

Inizia a preoccupare la situazione in Serie B. Oggi la Reggiana ha comunicato che il numero di positivi al Covid-19 è aumentato di 11 unità, portando il totale a 27.

Balata: “Chiedo al governo di intervenire subito”

In una nota il presidente della Lega B, Mauro Balata, si dice preoccupato dalla situazione, e annuncia come molti club potrebbero chiudere. “Di questo passo la Lega Serie B muore e le società dovranno chiudere“, si legge sul sito ufficiale della Lega B. Ecco il prosieguo della lettera:

“Non è tollerabile che società virtuose che, stando agli ultimi dati contribuiscono con la contribuzione fiscale e previdenziale per ben 130 milioni di euro l’anno, siano lasciate al proprio destino. Si tratta di piccole-medie imprese che danno lavoro a dipendenti subordinati, fornitori, collaboratori, gestori di servizi che, di fatto, sono state escluse, da ultimo, anche dalla norma di cui all’art. 26 del recente decreto-legge 77/2020 di conversione del cd decreto Rilancio 1. Nonostante questa disattenzione al mondo della Lega B devo fare un plauso ai presidenti che ogni giorno si impegnano per adempiere a quanto loro prescritto e che fanno scendere regolarmente in campo le squadre nelle gare di campionato che è seguito da tantissimi appassionati. La diminuzione dei ricavi, la mancanza di introiti da abbonamenti e biglietterie, merchandising, contratti di sponsorizzazione avviene in un momento in cui, viceversa, i costi sono notevolmente aumentati anche a causa dei protocolli Covid. La Lega che rappresento è composta da società che sono parte importante delle piccole e medie imprese, linfa vitale dell’economia del paese. Io da Presidente ho il dovere di tutelarle anche con azioni esemplari”.

Nella parte finale della nota, Balata esorta il governo ad intervenire: “Chiedo al Governo di intervenire subito con provvedimenti concreti perché il “calcio degli italiani” merita rispetto. Noi non staremo a guardare”.

Seguici su Facebook!

Adv

Related Articles

Back to top button