È Claudio Santamaria, a cento anni dalla nascita di Alberto Sordi, ad aprire la quarta serata del Bct, Benevento Cinema e Televisione. Grazie all’attore capitolino, abbiamo rivissuto, ancora una volta in piazza Cardinal Pacca, la maestria dell’indimenticato genio romano che era, e sempre sarà, Sordi. Organizzato in collaborazione con Unisannio Cultura e Università degli Studi del SannioAlberto Sordi. 100 anni da re è il titolo della pièce teatrale con Claudio Santamaria e diretta da Massimo Cinque


Claudio Santamaria e Marco D’Amore i protagonisti della quarta serata del BCT Festival 2020

 
A seguire Marco D’Amore, ha presentato il film L’immortale, con il quale ha trionfato nella categoria “Miglior Regista Emergente” ai Nastri D’Argento e ottenuto la nomination nella medesima categoria ai David Di Donatello. L’attore nel talk è stato accompagnato da Nicola Maccanico, Executive Vice President di Sky Italia e Ceo di Vision Distribution.

Durante l’incontro con il pubblico, il regista esordiente ha raccontato le origini del progetto crossmediale che segna il ritorno di Ciro Di Marzio, il personaggio di “Gomorra – La serie” che lo ha reso celebre, e attraverso il quale, per la prima volta in assoluto nella storia della serialità, un film a sé stante diventa anche un segmento del racconto a cavallo tra le due stagioni di una serie tv. 

Le immagini sono a cura di © Alessia Giallonardo

Seguici su

Facebook

Metropolitan Cinema

Instagram

Twitter


© RIPRODUZIONE RISERVATA