Cinema

Bella da morire: parte la serie con la Capotondi

Cristiana Capotondi dominerà la prima serata di Rai Uno con la fiction crime Bella da morire, che inizierà stasera alle 21:15 con due episodi. La serie è composta da otto puntate che si articoleranno durante quattro serate, tutte nel prime time della prima rete della televisione nazionale.

Cristiana Capotondi in una scena di "Bella da morire" - immagine web
Cristiana Capotondi in una scena di “Bella da morire” – immagine web

Bella da morire si incentra sulle vicende dell’ispettrice di polizia Eva Cantini, interpretata appunto dalla Capotondi, un’esperta nei casi di femminicidio. Ma l’attrice è solo la prima di un cast tutto al femminile. Oltre a lei troviamo infatti Giulia Arena, che interpreta Gioia Scudieri, vittima e motore delle vicende; Lucrezia Lante della Rovere è il PM Giuditta Doria; seguono Margherita Laterza e Benedetta Cimatti, rispettivamente il medico legale Anita Mancuso e Rachele, la sorella di Eva. Unica presenza maschile Matteo Martari, che interpreta Marco Corvi, un poliziotto che, al contrario di altri, prenderà a cuore il caso e sarà d’aiuto a Eva.

Bella da morire: anticipazioni

Eva ritorna a Lagonero, la propria città natale, dove non aveva mai pensato che avrebbe rimesso piede. Nel mentre, Gioia scompare. Le strade delle due donne si incroceranno solo per un attimo ma resteranno profondamente legate.
Lo scopo della fiction è quello di indagare sulla complessità del femminicidio, cercando di restituire ad ogni storia la propria dignità e importanza.

Giulia Arena in una scena di "Bella da morire" - immagine web
Giulia Arena in una scena di “Bella da morire” – immagine web

Primo episodio

Eva torna a Lagonero per aiutare la sorella Rachele, una mamma single, e comincia a lavorare nella questura locale. Quando il padre di Gioia Scudieri vi si reca per denunciarne la scomparsa, Eva, che da sempre si occupa di casi simili, capisce che la sparizione della ragazza non può essere ridotta in termini semplicistici, e riesce a convincere il PM Doria ad aprire un’indagine, a cui si unisce il poliziotto Marco Corvi.
La testardaggine di Eva la condurrà ad una drammatica scoperta.

Secondo episodio

Alle indagini di Eva entra a far parte il medico legale Mancuso, mentre i primi sospetti ricadono sul marocchino Amir, l’ultimo ad aver parlato con Gioia da viva. Tuttavia il ragazzo viene rilasciato per mancanza di prove, per poi scomparire a sua volta.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora continua a seguirci su Metropolitan Magazine!

Chiara Cozzi

Critica cinematografica per passione, scrittrice per vocazione.
Back to top button