Giorni frenetici in casa granata. La squadra del nuovo mister Giampaolo, dopo un anno deludente, sta cambiando pelle in queste settimane di calciomercato. A pochi giorni dal debutto in campionato con la Fiorentina, il Toro è ancora molto attivo nelle trattative, sia in entrata che in uscita. Tra i partenti, a sorpresa, potrebbe rientrare Andrea Belotti, fortemente corteggiato dal Tottenham di Mourinho in questi giorni.

Le entrate dal calciomercato

In questo calciomercato, soprattutto nelle prime settimane, i granata sono state tra le società più attive della nostra Serie A. Il nuovo DS Vagnati sta lavorando duramente per mettere a disposizione la migliore squadra possibile per il 4-3-1-2 di Marco Giampaolo. Dopo gli arrivi di Linetty, Rodrìguez ( già allenati dal mister) e Vojvoda, è stato acquistato anche Murru ( anche lui ex giocatore di Giampaolo). Il calciatore sardo arriva dalla Sampdoria per rinforzare la catena difensiva di sinistra, anche in vista dell’infortunio del nuovo arrivato Rodrìguez, con lo svizzero che sarà assente nelle prime giornate del campionato.

PHOTO CREDITS: Getty

Tanti ancora i possibili movimenti in casa Toro: con Izzo in uscita, si pensa al ritorno di Andersen, altro fedelissimo di Giampaolo. L’allenatore continua a voler creare una squadra molto simile, nel gioco e negli interpreti, a quella blucerchiata da lui allenata. Proprio per questo, nel mirino della società piemontese sono finiti sia Torreira che Praet, entrambi ex-Sampdoria, attualmente in Premier. Il primo gioca nell’Arsenal, il secondo nel Leicester.

La situazione Belotti

Dall’altra parte, però, continua il corteggiamento del Tottenham di Josè Mourinho per il Gallo Belotti. L’allenatore portoghese lo vorrebbe fortemente nella sua squadra, come rinforzo nel reparto offensivo e sta spingendo molto per un suo acquisto. La prima offerta, tuttavia, di un prestito oneroso a 5 milioni, con riscatto a 40, è stata prontamente rifiutata. Secondo “La Stampa”, la società londinese sarebbe, però, pronta ad un nuovo assalto e alzerà l’offerta. Gli “Spurs” potrebbero aumentare la cifra per il riscatto e superare i 50 milioni di euro.

PHOTO CREDITS: Getty Images

Gli inglesi sembrerebbero fare sul serio, ma Cairo rimane dubbioso. Il patron granata, oltre a non essere convinto dell’offerta economica e della formula (preferirebbe una cessione a titolo definitivo per incassare subito), non vorrebbe lasciar partire il proprio gioiello. In un mercato con poca disponibilità economica da parte dei club, trovare un sostituto all’altezza in poco tempo, non sarebbe semplice. Inoltre il calciatore ha nel Torino la propria terra sicura e ad un anno dall’Europeo, gettarsi in un campionato nuovo e difficile come la Premier, potrebbe non essere la soluzione più indicata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA