Big Night è una commedia americana scritta e diretta nel 1996 da Stanley Tucci e Scott Campbell. Nel cast lo stesso Stanley Tucci, Tony Shalhoub, Isabella Rossellini, Marc Anthony, Minnie Driver, Campbell Scott e Ian Holm. Bog Night è una commedia deliziosa che mescola la cultura italiana con quella locale degli Stati Uniti ponendo al centro della storia l’affetto e al fatica di due fratelli, uniti dalle loro tradizioni esportate all’estero, tradizioni che però vacillano e iniziano a cedere il posto all’inesorabile località americana.

Big Night
Gli attori protagonisti, i fratelli Pileggi in una scena del film “Big Night”- photo credits: web

Il sogno americano e la cruda verità

Primo e Secondo (rispettivamente gli attori Stanley Tucci e Tony Shalhoub), sono due fratelli italiani, trapiantati in america. Primo e Secondo si sono lasciati alle spalle le loro origini, la loro terra e la famiglia. Tutto è rimasto in Italia eccetto il formidabile talento ai fornelli di Primo e la maestria nell’organizzare e servire ai tavoli di Secondo. Eppure qualcosa non va e i due fratelli sono alle strette. Il ristorante non fa guadagni nemmeno minimi.

La cucina di Primo è una cucina di alta qualità dal sapore ineccepibile, cominciando da un gustoso risotto ai frutti di mare. Primo è un tradizionalista, non si abbassa a nessun stereotipo sull’Italia vista con gli occhi dei cittadini dell’East Coast e non rinuncia alla cultura del suo paese. I piatti prelibati che i fratelli Pileggi preparano con tanta devozione, non vengono capiti dai locali. Una signora chiede addirittura un contorno di spaghetti servito con del risotto! dopo tutto forse dovrebbero servire i fatidici Hot Dog?

BIg Night
Una delle scene iniziali di Big Night-photo credits: web

Secondo è invece alle strette con il conto in banca ma decide di non far sapere nulla al fratello. Nel frattempo chiede aiuto all’amico e collega di lavoro, proprietario di un ristorante,che a differenza loro, ha scelto di trasformare la cucina italiana in attrazione turistica di bassa qualità, l’anziano Pascal. Pascal è un italiano truffaldino dedito al racket e ritiene che per poter aiutare il locale dei fratelli Pileggi, ci sia bisogno di un ospite e una serata speciale. Da qui ha inizio un organizzazione spietata e rigorosa, per certi versi molto affascinante. I fratelli Pileggi organizzeranno un evento speciale, una serata in onore dell’ospite della serata: il cantante di “Sing Sing Sing“, “Just a Gigolò” e “Buona Sera Angelina“, Louis Prima!

Una Cadillac non sarebbe poi tanto male

Secondo è una sciupa femmine e intrattiene un rapporto clandestino con la bellissima Gabriella (Isabella Rossellini), donna dell’anziano Pascal, mentre nel frattempo dovrebbe gongolare al fidanzamento con Phyllis (Minnie Driver). Primo invece tutto cuore e mente tra i fornelli, è un uomo impacciato con le donne e non fa altro che andare a trovare una cara fioraia dalla quale acquista sempre dei bouquet di fiori per il suo ristorante. La cena è vicina e la lista del menù per la serata evento è stilata.

Big Night
Minnie Driver, Stanley Tucci, Tony Shalhoub e Isabella Rossellini-photo credits: web

Menù targato Pileggi Berother’s

Big Night è un film piacevole e di classe, quasi interamente girato all’interno del locale. Scene esclusivamente d’interni, catturano tuttavia l’attenzione dello spettatore per il rapporto del corpo degli attori con la cucina e il design classico del locale. Inquadrature miste e variegate contribuiscono a far emergere inoltre temi molteplici di questa commedia. Vediamo piatti raffinati sui quali vengono sapientemente fatti degli zoom, poi sbirciamo quasi da un angoletto della macchina da presa, la cucina e i fornelli di Primo e Secondo. Molto bella inoltre la ripresa dal basso nel momento in cui il Timballo è pronto per essere sollevato dal piatto in coccio.

Big Night
L’iconica scena del Timballo cucinato da Primo per la serata evento dedicata al Louis Prima-photo credits: web

A proposito di Menù, il piatto tipico della cena evento dei fratelli Pileggi, prevede tre tipi di primo di risotto. Risotto al pesto, ai frutti di mare e ai funghi. Variegati tipi di secondi di carne e pesce, tra cui pollo arrosto e maialino arrostito, pesce come orata. Inoltre verdure come carote, carciofi ed asparagi, ben accompagnate da vini di ottima annata che vengono fatti letteralmente scialacquare nei bicchieri degli ospiti. A catturare però la nostra attenzione è il timballo!

Il timballo è una ricetta tipica abruzzese. E’ un piatto per le feste per eccellenza e viene rivisitato da ogni regione d’Italia mantenendo allo stesso tempo ingredienti tradizionali.
La parola indicava origini arabe. Come afferma in una scena del film Primo, il timballo somiglia ad un tamburo. Ha infatti delle analogie con gli strumenti musicali a percussione. Successivamente la definizione si è estesa con l’uso di stampe cilindriche o pentole che richiamassero la forma circolare.

Big Night
I fratelli Pielggi nella bellissima scena finale de Big Night- photo credits: web

Gli ingredienti usati sono molti. Possiamo immaginare quindi il timballo, come una sorta di vaso di pandora, che racchiude al suo interno tutti i peccati culinari possibili.
Dalla pasta al sugo, al riso, a polpette, pesce, sughi abbastanza saporiti, erbe di campo e verdure coltivate. Il tutto racchiuso all’interno di una soffice e fine pasta sfoglia.
Il timballo è un piatto detto anti-spreco. Nella ricetta di Primo, il timballo è tipicamente abruzzese, di scrippelle. Nella ricetta si trova infatti l’uso delle crespelle o scrippelle, cioè frittatine di uova, acqua e farina, alternate con sugo di carne, spinaci, uova sode e provola.

Per la ricetta vi consigliamo di cliccare qui e di vedere Big Night sulle note di Loius Prima; il film è servito!

Seguici su MMI e Metropolitan Cinema

© RIPRODUZIONE RISERVATA