Musica

Billy Corgan, il vampiro dell’alternative rock

Adv

William Patrick Corgan, meglio noto come Billy Corgan, è una delle figure più influenti del rock alternativo a cavallo tra gli anni ’80 e ’90. Conosciuto principalmente come fondatore e leader degli Smashing Pumpkins, il cantautore e musicista statunitense, ha suonato anche con gli Zwan e ha una parallela attività da solista. Billy coltiva inoltre un’altra grande passione, quella per il wrestling. Ripercorriamo insieme i momenti più importanti della vita e della carriera di questo artista.

Billy Corgan, la nascita degli Smashing Pumpkins

William Patrick Corgan nasce il 17 marzo 1967 a Chicago. Nonostante il padre sia un musicista blues, Billy non viene mai incoraggiato da lui a suonare. Il ragazzo scopre la musica all’età di 14 anni, quando gli viene mostrata una chitarra da un amico. Affascinato dallo strumento, William inizia a suonare da autodidatta nel tempo libero. Nel frattempo, si mantiene con dei lavoretti, facendo consegne di pizze e l’impiegato in un negozio di dischi.

Nella metà degli anni ’80, il giovane comincia a suonare con alcune band locali. Non riscuotendo successo, Billy torna a vivere col padre. Una svolta arriva quando conosce il chitarrista James Iha. Uniti dalla passione per i Led Zeppelin e i Black Sabbath, i due iniziano presto a collaborare. Alla formazione si aggiungono poi il bassista D’arcy Wretzky e il batterista Jimmy Chamberlin. Nasce così il gruppo The Smashing Pumpkins.

The Smashing Pumpkins, videoclip ufficiale del singolo 1979 (1995)

Fortuna e declino della band

La band si impone da subito con uno stile alternativo che può essere accostato solo in parte al grunge, il genere musicale che domina negli anni in cui Billy e compagni esordiscono. Gli Smashing Pumpinks coniugano le istanze di una delle scene indie più creative degli Stati Uniti con la tradizione hard-rock e danno vita a un sound che combina punk e pop, psichedelia e grunge. L’estetica della band, tanto nei videoclip che nei live, è decisamente dark/goth. In particolare il look del frontman, talvolta quasi inquietante coi suoi occhi di ghiaccio e il suo pallore che lo fa somigliare a un vampiro.

Tutta la loro carriera è contrassegnata da testi che richiamano al dolore, alla malinconia, all’angoscia. Canzoni che hanno saputo perfettamente entrare in sintonia con l’umore dell’epoca, al pari di gruppi come i Nirvana o i Soundgarden. Non a caso, l’album di debutto della band, Gish (Virgin, 1991), è supervisionato da Butch Vig, lo stesso di produttore del capolavoro Nevermind. Sin da Gish, le sonorità aspre degli Smasging Pumpkins conquistano il pubblico dell’alternative rock. Parallelamente al successo, nella rock band iniziano a crearsi i primi conflitti, dovuti soprattutto all’abuso di droghe (nel 1996 un tastierista turnista è stroncato da una overdose e lo stesso Billy, anni dopo, ammetterà di avere problemi di tossicodipendenza).

The Smashing Pumpkins, Cyr (2020)

Billy Corgan, amore e odio con gli Smashing Pumpkins e carriera solista

Dopo tredici anni, sei album in studio e tanti successi – che vanno da 1979 a Tonight Tonight, dalla romantica Luna a Ava Adore, contaminata dall’elettronica (e con un memorabile videoclip che cita Nosferatu) – Billy nel 2000 getta nello sconforto milioni di fans annunciando lo scioglimento degli Smashing Pumpkins. L’anno seguente l’artista fonda un’altra band, gli Zwan, la cui parabola però è breve: la loro attività termina infatti già nel 2003, dopo un solo album (Mary Star of the Sea).

L’irrequieto Billy Corgan tenta così la carriera solista. Nel 2005 lancia il suo primo disco, TheFutureEmbrace, che ottiene un discreto successo. A sorpresa, il musicista torna poi sui suoi passi e nel 2006 rincontra gli Smashing Pumpinks in uno studio di registrazione. Da quel momento, il gruppo torna ( più o meno) regolarmente in attività, senza tuttavia doppiare i successi e la qualità di un tempo, ed incide altri cinque dischi. L’ultimo è Cyr, uscito nel 2020. Corgan prosegue parallelamente la sua carriera solista: ad oggi ha realizzato tre album in studio.

Billy Corgan, Aeronaut (2017)

La passione per lo sport e la vita privata di Billy Corgan

Sono stato dipinto come un folle, un matto, un tiranno e molte altre cose. Questi sono forse aspetti del mio carattere? Potrei dire di sì. Ma se fossi stato pazzo, non penso avrei potuto essere un artista di successo per 30 anni. – Billy Corgan

Sin da adolescente Billy Corgan era uno degli atleti più forti della sua scuola ed eccelleva in particolare nel baseball. Ancora oggi ama lo sport. Negli ultimi anni si è appassionato soprattutto al wrestling, tanto da aver addirittura acquistato la National Wrestling Alliance nell’ottobre 2017.

Oggi Corgan è figlio di due bambini avuti dalla compagna Chloe Mendel, 26 anni più giovane di lui. In passato però la sua vita sentimentale è stata piuttosto turbolenta. Tra i suoi flirt più eclatanti: Courtney Love, vedova di Kurt Cobain, e l’attrice a luci rosse Tila Tequila. Benché il Billy Corgan cinquantenne sia percepito come meno “cattivo” rispetto a quello del passato, per tutti noi resterà sempre il Nosferatu 2.0 della scena dark/goth.

A cura di Valeria Salamone

Seguici su:

Adv
Adv

Valeria Salamone

Laureata all'Accademia di Belle Arti di Palermo, (ex) aspirante artista, ora dell'arte, in tutte le sue forme, preferisco goderne da spettatrice, parlarne e scriverne
Adv
Back to top button