Bimba di 14 mesi ricoverata in coma: tracce di marijuana nelle urine

Una bambina di 14 mesi è finita in coma in ospedale a Pavia, i medici del Policlinico San Matteo hanno trovato tracce di marijuana nelle urine della piccola. Per questo motivo la bimba, che nel frattempo si è ripresa e sta meglio, è stata momentaneamente tolta ai genitori e affidata a una comunità protetta.

L’episodio, riportato dal quotidiano locale “La Provincia Pavese”, risale ad alcuni giorni fa. I genitori della bimba, residenti in Lomellina, avevano notato che la figlia non stava bene e manifestava un sonno sempre più profondo. Preoccupati dal suo stato di salute, hanno deciso di portarla nel reparto di Pediatria del Policlinico San Matteo, dove la piccola è arrivata ormai in stato di coma.

Nelle urine della bimba di 14 mesi, tracce di marijuana nelle urine

Da qualche giorno la bambina non stava bene, poi i genitori, che vivono in Lomellina, l’hanno vista cadere in un sonno sempre più profondo e l’hanno portata in pediatria al San Matteo, dove è arrivata in coma. Alla scoperta delle tracce di marijuana, i medici hanno avvisato la polizia. Ed è stata aperta un’inchiesta per accertare le responsabilità. L’ipotesi più accreditata al momento è che abbia raccolto una piccola quantità di cannabis lasciata dai genitori sul tavolo o caduta per terra.

I medici della struttura pavese hanno poi scoperto che nelle urine della bimba erano presenti tracce di marijuana. A quel punto hanno avvisato la polizia, che ha fatto partire le indagini per accertare cosa sia successo alla bambina. L’ipotesi più plausibile è che la piccola possa aver raccolto da terra o in un altro luogo della casa una piccola quantità di cannabis, lasciata per sbaglio in giro dai genitori. La bambina avrebbe ingerito la sostanza e si sarebbe sentita male.

© RIPRODUZIONE RISERVATA