MetroNerd

Blacking Out: Una crime story dalle forti tinte noir

Adv

“Ci sono brutte persone che fanno brutte Cose”. Questa è la frase che più di tutte racchiude l’essenza di Blacking Out, la graphic novel che vede ai testi Chip Mosher mentre le tavole sono disegnate da Peter Kraus, è edita in Italia da Star Comics, per la sua nuova etichetta Astra, che ormai è lanciatissima con uscite sempre molto interessanti!

Infatti anche con Blacking Out, abbiamo un’opera che in parte colpisce per il suo aspetto crime/noir, ma in parte lascia un pò l’amaro in bocca per una storia che meritava probabilmente un respiro più ampio. Ma andiamo con ordine e vediamo intanto di cosa parla questa grafica novel.

Blacking Out: Un hard boiled che non ti aspetti

blacking out
Photo Credits: dal web

Conrad Sauer è un’investigatore privato ma anche l’ex vice sceriffo di Edendale, una cittadina della California del Sud. Conrad ha dei seri problemi con l’alcol, e questo l’ha portato a perdere il suo posto da vice sceriffo ed abbandonare Edendale. Almeno fino a quando un’incendio che scoppia nei boschi limitrofi la cittadina, non fa scoprire alle forze dell’ordine il corpo carbonizzato di Karen Littleton. Uno dei principali sospettati dell’omicidio di Karen, è il padre Robert. Il compito di Conrad, incaricato dall’avocato difensore, sarà quello di scoprire il reale assassino di Karen. Questa è in parole povere la storia di Blacking Out, che vedrà Conrad scavare sempre più a fondo per trovare la verità… ma la verità alle volte può essere dura da sopportare e questa è una lezione che Conrad imparare molto presto.

Una scrittura un pò troppo frettolosa

Abbiamo di fronte una storia crime con forti tinte noir, che lo scrittore Chip Mosher tutto sommato struttura bene. Alcune cose non vengono spiegate, mentre altre non vengono approfondite. Ma si capisce che l’intenzione dell’autore era proprio questa. La cosa ci fa capire meno il personaggio di Conrad? Per quanto mi riguarda: No. Ovvio che una maggiore calma nel raccontare la storia avrebbe dato ampio respiro al racconto, permettendo cosi una narrazione più solida e con meno buchi. Ma in ogni caso riesce ad essere una graphic novel che intrattiene e con la quale passare una piacevole mezz’oretta, con un finale che colpisce parecchio. Una menzione speciale va fatta sicuramente al disegnatore Peter Krause. La scelta di uno stile cosi pulito per una storia di questo genere ha sicuramente pagato. Ma il merito va anche alla colorazione di Giulia Brusco, che riesce a rendere tutto più credibile.

In conclusione

Blacking Out è una storia che mi sento di promuovere! La sensazione che ti lascia dopo averla letta è sicuramente positiva. Certo, non è esente da difetti e la storia meritava più tempo per essere sviluppata, ma accompagnare il detective Conrad nella sua dura, e sporca ricerca della verità, alla fine vi lascerà appagati!

Continuate a seguirci sui social Facebook e Instagram!

Giacomo Variante(Mino860)

Adv
Adv
Adv
Back to top button