Cinema

“Blade”, stasera in tv Wesley Snipes sarà il cacciatore di vampiri

Andrà in onda stasera su Italia 2 alle 21.15 “Blade“, primo capitolo della celebre trilogia e tratto dall’omonimo personaggio dei fumetti della Marvel Comics. Il cinecomic, uscito nel 1998, è diretto da Stephen Norrington, noto anche per essere il regista de “La leggenda degli uomini straordinari” (2003). I personaggi principali del film sono il semi vampiro Blade (Wesley Snipes), il suo amico Abraham (Kris Kristofferson) e il villain Deacon Frost (Stephen Dorff). Il film viene considerato come il pioniere del bullet time, un effetto speciale che permette di guardare un momento di una scena al rallentatore dando l’impressione visiva di un allontanamento nel tempo e nello spazio dalla prospettiva della telecamera, o dell’osservatore, rispetto al soggetto visibile.

Trama di “Blade”

Nel 1967 una donna incinta viene morsa da un vampiro, provocando un parto prematuro. La donna muore per via di un’infezione sconosciuta, mentre il neonato sopravvive. Trent’anni dopo, il bimbo è diventato il cacciatore di vampiri Blade. Egli ha la stessa velocità, forza e abilità rigenerative dei vampiri, senza però avere le loro debolezze, motivo per cui viene chiamato il “Diurno”. All’insaputa di tutti, i vampiri si sono introdotti ai vari livelli della società e si muovono nella finanza e nella politica e, il loro capo, Deacon Frost, ha come scopo quello di comandare tutti i vampiri per dominare il mondo. A cercare di salvare il mondo dai vampiri ci penseranno Abraham e il semi vampiro Blade.

Le prime indiscrezioni sul reboot della Marvel

Il reboot della Marvel che vedrà Mahershala Ali nei panni del cacciatore dei vampiri, sarà diretto da Bassam Tariq, lo stesso regista di “Mogul Mowgli” (2020). Alla sceneggiatura invece ci lavorerà  Stacy Osei-Kuffour, già sceneggiatore delle serie tv “Watchmen” (2019) e “Hunters” (2020). Il reboot sarà prodotto nel 2022 e probabilmente verrà distribuito due anni dopo.

Jacky Debach

Seguici su

Facebook, InstagramMetròLa Rivista Metropolitan Magazine

Back to top button