Economia

Bonus 1000 euro INPS maggio, requisiti e come richiederlo

A poter benefciare del Bonus 1000 euro maggio dell’Inps oltre alle partita Iva, anche i co.co.co e i dipendenti del settore turismo e degli stabilimenti termali. Stiamo parlando di tutti quei beneficiari introdotti dal decreto cura Italia e riconfermati nel decreto rilancio agli articoli 27 e 29.

Come richiedere il Bonus di 1000 euro di maggio

Per fare domanda occorre accedere con le proprie credendiali al sito dell’INPS (PIN, SPID, CNS o CIE). Si deve accedere alla medesima area ove si erano inseriti i dati per poter richiedere il bonus 600 euro di marzo. Qui le istruzioni guidate una volta che si é entrati:

  • Sulla colonna di sinistra cliccare, sotto il titolo ‘servizi online’, su identità COVID 19′ e poi ‘invio domanda’, qui apparirà un file riepilogativo sulle prestazioni che é possibile richiedere tra cui appunto anche il bonus 1000 euro di maggio.
  • Cliccare su ‘avanti’, nella seconda pagina inserire i propri dati (codice fiscale, email, numero di telefono), poi ancora ‘avanti’
  • Indicare l’indennità per la quale si sta facendo richiesta, ossia ‘bonus 1000 euro’
  • Si aprirà un ulteriore riquadro ove sarà necessario specificare a quale categoria delle tre suddette si appartiene e quale é la qualifica , poi ancora cliccare su ‘avanti’
  • Si avrà di fronte una schermata che riepiloga chi ha davvero diritto al bonus maggio di 1000 euro, viene ricordato che per richiederlo é necessario avere una partita IVA attiva al 19 maggio 2020 ed essere iscritti alla gestione separata INPS. Non si può essere titolari di pensione, fa eccezione l’assegno ordinario di invalidità che non entra in conflitto con la richiesta del bonus. Dopo aver preso visione cliccare nuovamenrte su ‘avanti’.
  • Verrà chiesto di scegliere la modalità di pagamento con la quale si vuole ottenere il bonus 1000 euro di maggio per partite Iva ed indicare nel caso il proprio IBAN. Poi ancora ‘avanti’.
  • Nella pagina successiva occorre autocertificare, contrassegnando i campi obbligatori che certificano la riduzione del 33% in meno di fatturato, poi come di consuento cliccare su ‘avanti’.
  • Vi é poi una schermata che evidenzia l’informativa sui dati personali e la pagina riepilogativa con i propri dati, se si clicca su ABBANDONA la domanda viene cancellata , se ok cliccare su Invia.

Mentre i titolari di partita Iva devono autocertificare il calo del 33% rispetto al secondo bimestre del 2019 e dunque sono tenuti a presentare la domanda, disponibile da oggi sul sito dell’INPS, per i co.co.co, i lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali ( che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro tra il 1 gennaio 2019 ed il 17 marzo 2020,che non siano titolari di pensione , né di lavoro dipendnete, né di Naspi, all’entrata in vigore di tale disposizione) non é necessario presentare domanda per il bonus da 1000 euro, per loro arriverà in automatico.

Back to top button