Cultura

Un “Boomerang” famigliare al Teatro Nino Manfredi

Torna sul palco del Teatro Nino Manfredi di Ostia un nuovo lavoro registico di Angelo Longoni. Lo spettacolo “Boomerang”, sarà in scena dal 30 gennaio all’11 febbraio vede protagonisti Giorgio Borghetti, Simone Colombari, Eleonora Ivone, Amanda Sandrelli.

La scena è ambientata in un casale in campagna, dove i componenti di una famiglia rimangono bloccati a causa di una grande nevicata.

Due giorni in attesa, in modo da poter celebrare il funerale del padre patriarca.

Il passato riemerge attraverso inattesi e comici scontri, in una storia che affronta temi attuali e toccanti, attraverso le contraddizioni proprie dell’essere umano.

I segreti, le parole o le azioni del tempo remoto, a volte, ritornano minacciosi, proprio come un boomerang, scagliato molto tempo prima e gli effetti dannosi innescati diventano reali nel presente. Ciò vale ancora di più, quando questi effetti riguardano la principale istituzione della nostra società borghese: la famiglia.

I componenti della famiglia sono tutti portatori di un problema ed ognuno di loro ha un interesse derivante dalla dipartita dell’anziano padre. Così si confondono interessi economici e sentimentali, rancori dell’infanzia con segreti attuali, tradimenti e bugie, affetti e insofferenze.

Boomerang è una commedia divertente e scorretta che si svolge durante una veglia funebre forzata e prolungata e che va a colpire gli stereotipi del perbenismo famigliare sfociando in un caos irriverente tipico della black comedy.

La famiglia diventa così molto simile al paese in cui viviamo, i difetti del microcosmo sono metaforicamente estendibili a quelli della società, e l’individualismo prende il sopravvento sul bene comune.

Back to top button