Cinema

Brad Pitt: 5 ruoli cult

Adv
Adv

Compie oggi 58 anni Brad Pitt, divo di Hollywood e precedentemente sposato con Jennifer Aniston e Angelina Jolie. L’attore nato a Shawnee ha vinto due premi Oscar, uno come produttore per “12 anni schiavo“, mentre l’altro come miglior attore non protagonista per “C’era una volta a…Hollywood“. L’attore ha recitato in numerosi film di successo e ha ottenuto una grande popolarità fin dalla giovane età.

“Intervista col vampiro” (1994)

In questo film diretto da Neil Jordan vengono inseriti contemporaneamente due futuri divi, stiamo parlando di Tom Cruise e Brad Pitt. Quest’ultimo interpreta Louis de Pointe du Lac, un uomo che viene vampirizzato da Lestat de Lioncourt (Tom Cruise). Partiamo da quest’adattamento cinematografico (è tratto dall’omonimo romanzo di Anne Rice) perché proprio qui Brad Pitt ha consacrato il proprio fascino fuori dal comune, un’arma che gli è servita nel corso degli anni.

“Seven” (1995)

Il thriller di David Fincher vede Brad Pitt affiancato da Morgan Freeman, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey. Grazie a questo film, Fincher e Pitt hanno cominciato a lavorare insieme anche in futuro, formando un vero e proprio sodalizio. La storia di “Seven” vede un killer compiere degli omicidi seguendo i sette peccati capitali e a cercare di fermarlo saranno i detective David Mills (Brad Pitt) e William Somerset (Morgan Freeman). Con questa pellicola, il divo hollywoodiano dimostra tutto il proprio carisma e talento attoriale che lo porta ad avere sempre più ammiratori.

“L’esercito delle 12 scimmie” (1995)

Questa pellicola, pur non vedendo Brad Pitt come protagonista principale, ha portato l’attore nato a Shawnee ad avere la sua prima candidatura ai premi Oscar come miglior attore non protagonista e a vincere il Golden Globe. In questa pellicola diretta da Terry Gilliam, Brad Pitt interpreta Jeffrey Goines, un paziente schizofrenico e paranoico che è rinchiuso in un manicomio criminale.

“Fight Club” (1999)

Basta una frase che dice Brad Pitt nel film diretto da David Fincher (<<Prima regola del Fight Club: non si parla del Fight Club>>) per rendere immortale il suo personaggio. Qui l’attore interpreta Tyler Durden, un enigmatico e ambiguo personaggio di cui scopriremo sempre più segreti nel corso della visione. Con questa pellicola il duo Fincher-Pitt si consolida definitivamente, tornando nel 2008 in sala con “Il curioso caso di Benjamin Button“, un altro cult cinematografico.

“C’era una volta a…Hollywood” (2019)

Nel film di Quentin Tarantino, con cui aveva già lavorato in “Bastardi senza gloria“, Brad Pitt vince il suo primo premio Oscar come miglior attore non protagonista. In questa pellicola Brad Pitt dimostra a tutti gli scettici che riesce a mescolare benissimo talento e bellezza. Tra l’altro, Pitt ha vinto la statuetta d’oro quando aveva di fronte attori come Joe Pesci, Al Pacino, Anthony Hopkins e Tom Hanks. Il vincitore di tale premio Oscar qui interpreta Cliff Both, lo stuntman di Rick Dalton (Leonardo DiCaprio), attore non ancora decollato.

Auguriamo tanti altri anni di lavoro a quest’attore che ha fatto la storia del cinema.

Jacky Debach

Seguici su

FacebookInstagramMetròLa Rivista Metropolitan Magazine

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button