Cultura

Bram Stoker, il padre di Dracula

Abraham Stoker, chiamato affettuosamente in famiglia solo Bram, nasce a Dublino l’8 Novembre del 1847. Pur essendo stato un affermato critico teatrale, famoso per le sue stroncature, e uno scrittore con all’attivo diversi libri, è ricordato solamente per essere il padre del conte Dracula. Film, adattamenti teatrali e fumetti, hanno fatto conoscere Dracula in tutto il mondo, rendendo il conte-vampiro un mito indiscusso per molte generazioni.

Dracula, il conte vampiro- fonte libriproibiti.com
Dracula, il conte vampiro- fonte libriproibiti.com

La vita, la formazione

Bram Stoker era terzo di sette figli. Il padre era un impiegato statale, la madre Charlotte Blake Thornely, era appassionata di folklore locale, e usava intrattenere il figlio con i racconti lugubri di storie quasi tutte ispirate a fatti realmente accaduti. Fino all’età di otto anni fu costretto a letto da una misteriosa malattia dalla quale guarì improvvisamente quanto misteriosamente. Da quel momento Stoker non solo visse, miracolosamente per i medici, una vita normale, ma eccelse persino negli sport universitari.

Nonostante la laurea a pieni voti ottenuta presso il prestigioso Trinity College di Dublino, coltiva un grande interesse per la letteratura e il teatro, al punto da iniziare la sua carriera proprio come critico teatrale. Come il padre però, si guadagna da vivere lavorando nell’amministrazione pubblica, e comincia a pubblicare i suoi primi racconti nel 1870. Nel 1878 sposa Florence Balcombe. Si trasferisce a Londra dove diviene il curatore del Lyceum Theatre, storico teatro in Wellington Street nella Città di Westminster. L’anno seguente ebbe il suo unico figlio: Irving Noel Thornley Stoker.

Le amicizie che lo ispirarono

Bram Stoker continua ad occuparsi di teatro per 27 anni, cosa che gli da modo di conoscere alcuni dei più importanti autori e intellettuali dell’epoca come Arthur Conan Doyle e il pittore statunitense James Abbot McNeil. Ma più importante di tutti fu per lui Henry Irving, attore teatrale con il quale lavora e collabora. Pare che l’idea per il personaggio di Dracula gli venne osservando proprio il suo amico Irving, sempre pallido, gentile e magnetico come un perfetto vampiro. Nel 1890 termina di scrivere il suo primo e vero romanzo, Il Passo del Serpente, seguito 7 anni dopo dal suo successo Dracula , destinato a diventare la sua opera più conosciuta e apprezzata.

Dopo la pubblicazione di Dracula, Stoker scrive diversi altri romanzi dell’orrore come: La dama del sudario e La tana del Verme Bianco, ad oggi meno conosciuti.

Bram Stoker ritratto-fonte discorsivo.it
Bram Stoker ritratto-fonte discorsivo.it

Bram Stoker: la morte

Negli ultimi anni della sua vita, Stoker ebbe diversi problemi di salute legati al cuore, che contribuirono a peggiorarne le condizioni fisiche. Muore a Londra il 20 aprile del 1912 viene cremato e le sue ceneri poste in un’urna presso il Golders Green Crematorium and Mausoleum , dove si trovano tuttora.

Cristina Di Maggio

Seguiteci su Facebook

Back to top button