BRAVE GIRLS | Fatte così: gli Ormoni

Fatte Così” è un interessante e innovativo crossover tra scienza medica e femminismo, un connubio originale e informativo che vuole informare sull’organizzazione dell’organismo della donna, cosa sono gli ormoni e il loro ruolo nella psiche femminile, e tanto altro. Ciò che a ogni donna (ma perchè no, anche uomo) serve sapere sul proprio corpo, esposto in chiave divulgativa e leggibile.

BRAVE GIRLS

” Siamo così, dolcemente complicate 
Sempre più emozionate, delicate 
Ma potrai trovarci ancora qui! “

Benvenuti al secondo appuntamento con la rubrica di Femminismo&Scienza delle BRAVE GIRLS.

BRAVE,
il periodico femminista che però si proietta a superare il femminismo, presenta il progetto:
Fatte così”.

Una serie di articoli scientifici sulla figura femminile, frutto del lavoro dei ragazzi della redazione di Scienze e delle vostre Brave Girls. Si parlerà di Ciclo Ovarico, Ciclo Mestruale, Endocannabinoidi e il loro ruolo nei nostri cicli ormonali. Una raccolta di “questioni scientifiche” che riguardano la donna, espresse in maniera chiara, veloce, approfondita ma anche divertente.

Fatte Così: gli Ormoni femminili

Introduzione di Rae Mary

Vi siete mai chieste cosa si cela realmente dietro il senso del concetto “Donna“?

Evolvendosi sempre più la nostra visione olistica della società e portando il progressismo culturale dei nuovi sbocchi di riflessione nelle nostre menti, il senso del binarismo di genere appare sempre di più come un concetto superato. Donna è chi donna si sente, l’identità di genere si evolve e scorre fluida come il flusso dei pensieri, e forse, sentirsi sempre e solo donna suona quasi noioso, monotono. Ma, come un entità super partes rispetto alle congetture concettuali, la scienza ha dei codici chiari, che non intndono giudicare niente ma soltanto spiegarlo.
Donna è una tipologia biologica umana. Un codice da noi scelto per suddividere le differenze nell’apparato genitale umano in, tendenzialmente, due differenti possibilità di sviluppo ormonale. Perciò avere una sezione dell’organismo composta in maniera differente comporta, al livello puramente biologico, una serie di differenze strutturali con annesse conseguenze.

Avete mai pensato a quanto della vita psichica femminile è condizionato dagli ormoni sessuali?
Ve lo dirò io.
Tanto, a volte Tantissimo.
Gli ormoni sessuali – principalmente gli estrogeni, progesterone e, in percentuale minore, gli androgeni – condizionano l’attività emotiva, cognitiva e neurovegetativa della donna in modo profondo.
A partire dall’adolescenza inizia la secrezione degli ormoni sessuali, che accompagnano la donna per tutta la sua vita, influenzandone la chimica e conseguentemente il tono umorale.
Purtroppo la correlazione tra sviluppo ormonale e stato mentale non è mai stata molto accettata, o comunque approfondita, come teoria Spero infatti che questo articolo metta in luce solo un particolare tipo di differenze tra uomini e donne, per la precisione quelle legate regolazione del tono dell’umore, conseguenti agli ormoni sessuali.

Ad esempio, molte delle solitudini (e delle depressioni) femminili dipendono anche da disturbi ormonali non adeguatamente diagnosticati. La depressione colpisce il 15-25% della popolazione. Solo il 25% dei pazienti depressi viene accuratamente diagnosticato e trattato.  

Introduzione veloce agli Ormoni:

Gli ormoni possono essere visti come dei “messaggeri” che trasmettono informazioni e regolano le funzioni degli organi riproduttivi: gli ormoni femminili: estrogeni e progesterone, prodotti dalle ovaie, sono responsabili della peluria, della crescita del seno e dell’allargamento del bacino. Hanno inoltre una certa influenza sullo sviluppo della struttura ossea, del sistema cardio-vascolare, e del tessuto adiposo.

Oltre a tutti questi aspetti le donne possono essere, e sono, fortemente influenzate dalla ciclicità ormonale anche al livello psicologico. Ma vediamo quali sono gli ormoni femminili principali:

Estrogeni:

Gli estrogeni (i maggiori estrogeni nelle donne sono l’estradiolo, l’estriolo e l’estrone) sono i principali ormoni sessuali femminili. Gli estrogeni sono responsabili dei caratteri sessuali femminili, per esempio accelerano il metabolismo, incrementano i depositi di grasso, riducono la massa muscolare, aiutano la formazione delle caratteristiche sessuali secondarie, aumentano la libido e promuovono la crescita e la formazione dell’utero. Se il ritmo di estrogeni nell’organismo femminile non è regolare, si può avere spossatezza, sbalzi d’umore, ciclo irregolare, calo del desiderio.

Progesterone:

È un ormone sintetizzato dalle ovaie e dal surrene. Dopo l’ovulazione, detta appunto fase luteale\luteinica o progestinica, il corpo luteo ne produce quantità elevate, per permettere la creazione delle condizioni adatte alla fecondazione della cellula uovo e al suo annidamento nella mucosa uterina (endometrio). Il progesterone esercita inoltre nella donna anche altre funzioni, come modificazioni di struttura e di attività funzionale delle tube e della mammella.

GnRh

E’ l’ormone di rilascio delle gonadotropine (GnRH è acronimo di Gonadotropin Releasing Hormone), è un ormone prodotto dall’ipotalamo che induce il rilascio di gonadotropine(FSH e LH) dall’ipofisi anteriore.

FSH e LH

LH – L’ormone luteinizzante (LH) è una gonadotropinasecreta dall’adenoipofisi che, nella donna, stimola, insieme alla prolattina, l’ovulazione e la conversione del follicolo ovarico in corpo luteo, una struttura a funzione endocrina che favorisce l’impianto dell’uovo fecondato e il primo mantenimento dello zigote.

FSH – L’ormone follicolo-stimolante (FSH), conosciuto anche come follitropina, nella donna ha la funzione principale di regolare lo sviluppo dei follicoli ovarici e, quindi, di stimolare la produzione di estrogeno e progesterone.

Ormoni e Ciclo Ovarico

Articolo di Matteo Bonas

Al contrario di quanto si possa pensare, l’organo che svolge il ruolo di “direttore” nei cicli ovarico e mestruale, quello cioè che coordina tutto ciò che succede, non è l’ovario ma il cervello e per la precisione l’ipotalamo. L’ipotalamo è una piccola sezione di sistema nervoso centrale situata alla base del cervello, poco distante dall’ipofisi.

Tra le funzioni dell’ipotalamo ci sono: la secrezione di ormoni, la regolazione della temperatura corporea, dalla pressione sanguigna, dell’appetito, della sete, eccetera.

Per la nostra storia ci interessa un solo ormone in particolare: il GnRH, l’ormone stimolante il rilascio delle gonadotropine. Il GnRH entra nel circolo sanguigno ma non ci resta a lungo perché il suo bersaglio e` la vicina ipofisi; una volta raggiunto il suo bersaglio il GnRH stimola il rilascio di FSH (ormone stimolante il follicolo) ed LH (ormone luteinizzante).

Gli Ormoni GnRH, FSH, LH e il Ciclo Mestruale:

Questi due ormoni (FSH, LH) hanno invece un bersaglio lontano, cioè l’ovario. Una volta giunti a destinazione essi stimolano i follicoli a maturare. Stimolati, i follicoli crescono e il primo a maturare (follicolo dominante) inizia a secernere estradiolo (ormone estrogeno).

Attraverso il sangue l’estradiolo raggiunge la mucosa uterina, stimolandone la crescita, e l’ipotalamo dove ha l’effetto di inibire il rilascio di FSH ed LH. Questo meccanismo prende il nome di feedback negativo ed e` uno dei motivi funzionali più comuni nei meccanismi di segnalazione in natura.

L’arrivo di un altro ormone: il Progesterone

L’abbassamento dei livelli di FSH ed LH causa l’atresia (morte) degli altri follicoli in via di maturazione. Il follicolo dominante intanto continua a crescere e a secernere estrogeno fino a che non ne produce abbastanza da invertire il feedback. A questo punto la secrezione di estradiolo da parte del follicolo maturo causa un picco di FSH ed LH; il picco di LH stimola infine l’ovulazione e la formazione di un corpo luteo.

Il corpo luteo inizia a produrre progesterone, che ha l’effetto di preparare l’endometrio uterino al possibile impianto di un ovulo fecondato, ma ha anche l’effetto di inibire il rilascio di FSH ed LH da parte dell’ipofisi. Man mano che il corpo luteo degrada, la produzione di progesterone diminuisce (ci vogliono 10-12 giorni); se per allora non e` avvenuto l’impianto viene meno il segnale del progesterone che manteneva in vita le cellule dell’endometrio che quindi si sfalda provocando il flusso mestruale.

Il calo di progesterone fa venire meno anche il feedback negativo che inibiva il rilascio di FSH ed LH che quindi riprende nuovamente reclutando nuovi follicoli che inizieranno a maturare e il ciclo ricomincia da capo.

Bibliografia:

Betts, J. G., DeSaix, P., Johnson, E., Johnson, J. E., Korol, O., Kruse, D. H., … & Young, K. A. (2014). Anatomy and physiology.

Si conclude qua un altro
appuntamento con Fatte Così, per Femminismo&Scienza. Noi BRAVE GIRLS vi salutiamo e vi aspettiamo alla prossima!

Stay Tuned!

Articolo di:
Matteo Bonas
Brave Girls:
Rae Mary (@macabromantico)
Rossella P. (@agrodolce)
Graphics:
Rae Mary (@macabromantico)

SEGUICI SU
FACEBOOK
INSTAGRAM