CalcioSport

Cagliari-Lazio 1-2 : Luis Alberto trascina i biancocelesti

Il secondo anticipo di giornata Cagliari-Lazio vede uscire vincitori i capitolini, trascinati da un Luis Alberto in giornata di grazia che mette a segno un gol ed un assist, regalando ad Inzaghi tre punti fondamentali nella corsa all’Europa League

Una Lazio con molte riserve, complice l’imminente finale di Coppa Italia di mercoledì prossimo contro l’Atalanta, espugna la Sardegna Arena, ottenendo il massimo risultato con il minimo sforzo. Decisivo l’apporto di Luis Alberto, il quale, in coppia con Correa, può mettere in soggezione chiunque. Inzaghi archivia altri tre punti, rimandando ancora per qualche giorno i discorsi sul suo futuro.

Cagliari-Lazio: precedenti e statistiche

Sfide sempre ricche di gol quelle tra Cagliari e Lazio. Lo scorso anno il match si concluse due a due con il gran gol di Immobile di tacco all’ultimo secondo a salvare i capitolini. I biancocelesti non fanno bottino pieno in terra sarda dal 2014-2015 quando si imposero per tre ad uno con reti di Klose, Biglia e Parolo. Il pareggio per uno ad uno è, invece, il finale più frequente (6 volte).

cagliari-lazio
Klose festeggia con Felipe Anderson-Photo credit: it.eurosport.com

Cagliari-Lazio: statistiche serie A (Cagliari in casa)

Giocate: 32
Vittorie Cagliari: 10
Pareggi: 11
Vittorie Lazio: 11
Gol Cagliari: 29
Gol Lazio: 32

Cagliari-Lazio: statistiche in serie A (totali)

Giocate: 65
Vittorie Cagliari: 17
Pareggi: 16
Vittorie Lazio: 32
Gol Cagliari: 61
Gol Lazio: 93

Cagliari-Lazio: il tabellino

CAGLIARI (4-2-3-1). Cragno; Cacciatore, Klavan, Romagna, Pellegrini; Deiola, Cigarini, Padoin; Barella; Joao Pedro, Pavoletti. All. Maraner

LAZIO (3-5-2). Proto; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Badelj, Luis Alberto, Lulic; Correa Caicedo. All. Simone Inzaghi

Marcatori: ’31 Luis Alberto (L) ; ’53 Correa (L) ; ’91 Pavoletti (C)

Terna arbitrale:
Arbitro: Fabbri
Assistenti: Costanzo – Cecconi
IV: Di Paolo
VAR: Calvarese
AVAR: Lo Cicero

cagliari-lazio
La Sardegna Arena- Photo Credit: http://www.retesport.it

La cronaca

Classica match da fine stagione quello che va in scena alla Sardegna Arena con le due compagini sul terreno di gioco che si preoccupano più di attaccare che di difendere. Ne esce uno spettacolo altamente godibile in cui è la Lazio a controllare maggiormente il gioco. Al ‘5 Caicedo, dopo uno scambio con Luis Alberto, si presenta solo davanti a Cragno ma alza troppo la mira.

I padroni di casa non stanno comunque a guardare e poco dopo rispondono con una conclusione da fuori di Joao Pedro respinta con sicurezza da Proto alla sua prima in serie A.

La gara si mantiene su ritmi discretamente alti e la Lazio continua a farsi pericolosa. Al ’20 Luis Alberto chiama Cragno alla parata con un tiro a giro da appena dentro l’area, poco è Caicedo a vedersi ribattuto da Romagnoli una conclusione a botta sicura.

Gli ospiti danno la sensazione di poter andare in vantaggio da un momento all’altro e così accade: alla mezzora Marusic, dalla destra, serve un cross rasoterra per Luis Alberto, il quale, dal dischetto, sigla l’uno a zero.

I biancocelesti vogliono sfruttare il momento e continuano a spingere. Prima dell’intervallo Badelj scaglia un destro dai venticinque metri che, deviato da un eroico Cragno, si stampa sulla traversa.

cagliari-lazio
Nonostante il gol subito, Alessio Cragno è uno dei grandi protagonisti della prima frazione- Photo Credit: www.tuttocalcionews.it

La ripresa

Al rientro dagli spogliatoi il copione della gara non cambia. I sardi, in apertura, impegnano Proto con un tentativo di Cigarini dalla distanza, ma è la Lazio a riprendere in mano il pallino del gioco mettendo a segno al ’53 il raddoppio: contropiede perfetto orchestrato dagli uomini di Inzaghi con Luis Alberto che apparecchia per Correa bravissimo ad incrociare sul secondo palo.

Il Cagliari vuole salutare i propri tifosi con una prova d’orgoglio e prova a a tutti i costi a rimontare. Al ’56 ci prova Barella da lontano, ma Proto è attento e respinge. Maraner alza il baricentro dei rossoblu che, infatti, continuano a rendersi pericolosi e, solo un grande intervento di Proto lasciato solo di fronte a Deiola, evita il due ad uno.

Negli ultimi minuti, tranne per una conclusione di Parolo dal limite uscita di poco, è un “assedio” del Cagliari che spreca con Cerri e Castro, prima di trovare, al ’91 l’incornata giusta di Pavoletti che riapre l’incontro.

Gli ultimi giri di lancette sono infuocati, ma non accade più nulla o quasi.

Finisce uno a due. La Lazio vede avvicinarsi l’Europa League, mentre il Cagliari saluta i suoi tifosi con una sconfitta.

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Back to top button