Calcio

Calciomercato Fiorentina, occasione Simy: sarà la punta di scorta?

Grandi manovre per la costruzione della Fiorentina del futuro. Dopo esser stata invischiata troppo a lungo nella lotta salvezza in Serie A, Rocco Commisso saluterà Beppe Iachini, attuale mister arrivato per condurre in porto la barca viola. Il nuovo mister (probabilmente Gennaro Gattuso?) dovrà rivoluzionare il reparto offensivo: è in bilico la permanenza di Dusan Vlahovic, mentre la Fiorentina sembra interessata a Simy del Crotone.

Lavori in corso, soprattutto sul fronte offensivo. Gennaro Gattuso o meno, il futuro allenatore dei toscani dovrà lavorare si un attacco che dovrebbe essere molto diverso rispetto a quello attuale. Dusan Vlahovic, il gioiello messo in vetrina dalla Fiorentina, sta attirando numerosi estimatori e la mancata firma sul rinnovo contrattuale costringe il tycoon statunitense a metterla, suo malgrado, sul calciomercato. Christian Kouamé, Aleksandr Kokorin e Josè Callejon non hanno convito la società, mentre Franck Ribery conta diverse primavere. Tutte situazioni da valutare attentamente. Intanto, i viola potrebbe piazzare il colpo per la punta di scorta: piace, in questo senso, Nwankwo Simy del Crotone.

Fiorentina su Simy: sarà la punta pronta ad entrare dalla panchina?

Non sarà certamente il titolare della nuova Fiorentina del prossimo anno: in caso di addio di Dusan Vlahovic, i toscani impiegheranno il gruzzolo incassato con il serbo per reperire dal calciomercato il nuovo attaccante titolare. In caso di permanenza dell’ex Partizan Belgrado, invece, il nigeriano siederà comunque in panchina alle spalle della nuova stella del calcio europeo. Comunque vada, il futuro di Nwankwo Simy potrebbe tingersi di viola: l’attaccante africano ha disputato una grande stagione in Serie A ma, nonostante le sue reti, i Pitagorici non sono riusciti a salvarsi. Difficilmente il 29enne scenderà in Serie B con gli Squali: costa 8 milioni di euro e Rocco Commisso, dopo aver battuto la concorrenza di Lazio, Bologna e diversi club inglesi, potrebbe affondare il colpo risolutorio.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button