Calcio

Calciomercato Milan, scambio con il Cagliari: Pavoletti per Conti

Il brusco ko interno subito ieri sera contro la Juventus (1-3) non mina la consapevolezza di un Milan che, dopo sedici giornate di Serie A, è ancora al comando della classifica in virtù, anche, della sconfitta esterna dell’Inter sul campo della Sampdoria di Claudio Ranieri. L’assenza prolungata di Zlatan Ibrahimovic, però, pone un problema da risolvere a Paolo Maldini e Ricky Massara: trovare un attaccante in grado di sostituire il totem svedese. Le ultime voci di calciomercato, nonostante il monito lanciato dall’ex capitano dei rossoneri, vorrebbero il Milan molto attivo e pronto a bruciare la società di Andrea Agnelli: ai lombardi piace Leonardo Pavoletti. La punta potrebbe approdare a Milano grazie al “sacrificio” di Andrea Conti che compirebbe il percorso inverso andando in Sardegna.

Pavoletti in rossonero, Conti in Sardegna: ecco lo scambio Milan-Cagliari

Fari puntati su Leonardo Pavoletti, attaccante del Cagliari che, per il momento, siede spesso in panchina per lasciare spazio a Giovanni Simeone. Il bomber è reduce da diversi infortuni ma non ha perso la vena realizzativa che lo portò a diventare, per qualche stagione, uno degli attaccanti italiani più prolifici in Serie A. Il Milan vuole un vice Ibrahimovic capace di sedere in panchina senza troppe lamentele e, all’occorrenza, risultare decisivo per la causa.

Con il Cagliari il discorso è aperto: in rossoblu, nella trattativa che porterebbe “Pavoloso” a Milano, potrebbe rientrare il terzino Andrea Conti in uno dei più classici scambi di calciomercato. Sulla punta, però, c’è anche il forte interesse della Juventus che dovrà scegliere se affondare il colpo sul cagliaritano oppure virare sul ritorno di Fabio Quagliarella. Intanto, Paolo Maldini smorza un po’ gli entusiasmi: i rossoneri faranno mercato solo se servirà veramente a Stefano Pioli.

Le parole di Maldini dopo il match contro la Juventus

Ecco le parole di Paolo Maldini, rilasciate a Sky Sport, a margine della sconfitta interna contro la Juventus: “Si parla tanto di mercato. Devo dire che le richieste dei nostri tifosi sono come se non fossero in testa alla classifica. Bisogna dare merito a quelli che ci sono. Faremo mercato solo se potremo migliorare questa squadra, ma non è facile migliorarla. Proveremo a fare mercato. Siamo la squadra più giovane d’Italia, tra le più giovani d’Europa e stiamo facendo tanti risultati. Lavorare per il Milan è un vantaggio, quando ti presenti con questo club, con questa storia, i giovani lo sentono. Se vuoi arrivare ai risultati con i giovani da crescere, ancora di più”.

Un’eccezione si farà per portare Leonardo Pavoletti in rossonero?

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button