Calcio

Calciomercato Napoli: in arrivo Kim, poi toccherà all’attaccante

Sono previsti diversi cambiamenti per quanto riguarda il reparto difensivo e offensivo del Napoli. Sembra essere in dirittura di arrivo Kim e una volta chiuso il colpo, si passerà all’avanguardia ovvero al convincimento di Giovanni Simeone. Grandi manovre dunque in casa partenopea che andiamo a vedere con le ultime sul calciomercato del Napoli.

Calciomercato Napoli, visite mediche per Kim? Slittate…

Calciomercato Napoli: in arrivo Kim, poi toccherà all'attaccante

Non ci sono intoppi, ma solo qualche leggero rallentamento di percorso dovuto al contratto. Come riferisce Valter De Maggio, direttore di radio Kiss Kiss Napoli, infatti, il giocatore sta lavorando con i legali coreani per completare tutti i contratti. Così le visite mediche originariamente previste per oggi, sono slittate ancora di qualche giorno.

Nessuna paura dunque, solo qualche ora in più di attesa e poi il colpo in difesa dei partenopei si concretizzerà del tutto. Su di lui ricadrà la pesante eredità di Koulibaly, trasferitosi di recente al Chelsea. Tra l’altro sarà un trasferimento che avrà un effetto domino sul calciomercato del Napoli, in quanto potrebbe sbloccare altre trattative.

Dopo Kim toccherà a Simeone

Una volta ufficializzato l’arrivo di Kim, il Napoli potrà pensare anche ai rinforzi offensivi. Il nome è già stato delineato e si tratta di Giovanni Simeone. Come riporta Areanapoli.it il giocatore arriverà in prestito con obbligo di riscatto fissato a 16 milioni circa. Per ufficializzare il suo arrivo, sarà poi necessario anche l’addio di Petagna, pronto ad andare a Monza.

Nonostante infatti Adriano Galliani abbia smentito in parte l’andamento delle trattative, ponendo l’operazione in fase di stallo, alla fine Petagna dovrebbe comunque cambiare aria, complice il poco spazio avuto a disposizione. Come riferito dall’AD dei biancorossi a Sportitalia: “Noi ora davanti siamo coperti, abbiamo 5 attaccanti, per Petagna ancora è tutto da vedere, ora serve un difensore, molto forte.” 

Maria Laura Scifo

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button