Il calendario MotoGP 2020 cambia ancora. Dopo le varie cancellazioni dovute alla pandemia di Coronavirus, ora saltano altre date che erano in fase di definizione. Nonostante ciò, è stato aggiunto un evento dopo il GP di Valencia, il quale concluderà questa bizzarra stagione 2020.

calendario motogp 2020
La partenza del GP di Andalusia corso la scorsa settimana e vinto da Quartararo – Photo credit: motogp.com

Calendario MotoGP 2020 – Ecco le tappe cancellate

Alcuni Gp fuori Europa erano da definire per le questioni legate al Covid-19. Negli ultimi istanti è arrivata la comunicazione ufficiale riguardo la cancellazione dei GP di Argentina, Thailandia e Malesia. A darne la notizia un comunicato congiunto di FIM, Dorna e Irta.

A dispetto di questa cancellazioni, si sottolinea anche il rinnovo con il Chang International Circuit almeno fino alla stagione 2026. In aggiunta a questa buona notizia, Dorna ha cominciato anche a sondare il terreno per organizzare le tappe 2021 dei GP di Argentina e Malesia.

Calendario MotoGP 2020 – Si aggiunge una tappa dopo Valencia

Le novità però non terminano qui. Infatti non si annunciano solo cancellazioni di tappe, ma arriva anche la notizia che dopo il GP di Valencia in programma per Domenica 15 Novembre si aggiunge un’ulteriore gara. Questa si svolgerà in Europa nel weekend del 20-22 Novembre e sarà la nuova tappa conclusiva della stagione 2020 di MotoGP. Ancora non si conosce l’ubicazione di questa ultima gara, la quale potrebbe decretare il Campione del Mondo di questa stagione. Il luogo verrà ufficializzato Lunedì 10 Agosto, il giorno dopo il GP di Repubblica Ceca.

calendario motogp 2020
Sarà il giovane Quartararo il nuovo campione del mondo MotoGP nel 2020? – Photo credit: motogp.com

Ecco le parole di Ezpeleta, CEO di Dorna, a proposito di queste ultime novità:

“È con grande tristezza che annunciamo la cancellazione dei Gran Premi di Argentina, Thailandia e Malesia di questa stagione. Tuttavia, siamo lieti di rivelare il nostro nuovo accordo che vedrà la MotoGP a Buriram almeno fino al 2026 e non vediamo l’ora di tornare in ThailandiaArgentina e Malesia l’anno prossimo. Siamo lieti di aggiungere un altro Gran Premio europeo al calendario 2020. Come sempre, vorrei ringraziare i tifosi per la loro pazienza e comprensione. Siamo impazienti di rivedervi tutti nel 2021“.

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA