AttualitàPolitica

Conte alla Camera: voto per la fiducia al Governo

Alla Camera il Governo giallorosso per la fiducia, protesta in piazza della Lega e Fratelli d’Italia.

Si è svolto ieri l’incontro alla Camera per l’approvazione del Governo Conte Bis. Diversi sono stati gli interventi, che hanno scatenato non poca tensione, in Aula con il Presidente della Camera dei deputati Roberto Fico.

L’intervento di Conte a Montecitorio

Il premier Conte, durante la mattinata, ha presentato alla Camera il nuovo programma del governo.

Di nuovo centrale il tema dell’ambiente, che è stato fin da subito un punto d’incontro tra il PD e M5S. Ha poi parlato di riforme, della legge di bilancio, delle politiche migratorie e dei rapporti con l’Europa.

Sono molte le sfide che ci attendono… Questo progetto politico segna l’inizio di una nuova, che confidiamo risolutiva, stagione riformatrice… È necessario recuperare sobrietà e rigore affinché i nostri cittadini possano vedere con rinnovata fiducia nelle istituzioni.

Ha detto il Presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte.

Le parole rivolte alla Lega

Durante il discorso, dai banchi dell’opposizione si è urlato “Elezioni”, “Dignità” e “Venduto”.

La replica di Conte non si è fatta attendere:

Il fatto di pensare che una singola forza politica o addirittura il suo leader possa decidere ogni anno a suo piacimento o addirittura a suo arbitrio di poter portare il Paese alle elezioni è irresponsabile.

In seguito si è rivolto a tutti i presenti:

Io e tutti i miei ministri prendiamo il solenne impegno, oggi davanti a voi, a curare le parole, ad adoperare un lessico più consono e più rispettoso delle persone, della diversità di idee.

Ha inoltre ribadito, davanti alle numerose critiche della Destra, che il governo è nato per il bene comune e non per interessi di parte.

Il dibattito tra le altre forze politiche

Alle 13.00 è iniziato il dibattito alla Camera, a cui hanno preso parte diversi esponenti dei vari partiti.

Tra questi Bruno Tabacci (+Europa) che, in contrasto con il resto del suo partito, ha annunciato che avrebbe votato la fiducia al governo.

Anche l’Onorevole Michaela Biancofiore è intervenuta, rimanendo fedele alla posizione presa da Forza Italia, con una bandiera tricolore legata al collo.

La protesta di Lega e FdI

Durante il discorso alla Camera di Giuseppe Conte, in piazza Montecitorio si è svolta la protesta di Fratelli d’Italia e Lega. Alla manifestazione hanno partecipato, oltre a Giorgia Meloni che ha organizzato l’evento, Matteo Salvini e Giovanni Toti (governatore della Liguria).

Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Giovanni Toti in piazza a Montecitorio
Photo Credit: alessioporcu.it

In piazza c’è un pezzo d’Italia che penso sia maggioranza nel Paese che chiede di votare… Quando torneremo a votare vincerete voi.

Ha detto il leader della Lega, tra bandiere tricolori, braccia tese e striscioni con slogan come “In nome del popolo sovrano”, “No al patto della poltrona” o “Ladri di sovranità”.

Anche Forza Nuova è stata presente in piazza contro il nuovo governo, al grido di “Duce-duce” ed “Elezioni”.

I risultati del voto di fiducia

In serata, il Presidente della Camera Roberto Fico ha annunciato i risultati del voto.

Sono stati 343 deputati su 609 a votare per il “Si”, raggiungendo così la maggioranza. I 263 voti contrari sono arrivati dalla Lega, da FdI e Forza Italia.

Oggi, invece, si svolgerà il voto di fiducia del governo giallorosso anche in Aula al Senato.

Back to top button