Il primo campionato nazionale sim racing, organizzato da CASIn, ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI, e dal sim-racing team Absolute Motorsport è realtà. In queste giornate di difficoltà, il team sim racing e l’ente sportivo nazionale, hanno organizzato questo campionato che mette sempre di più in risalto il mondo dell’esport e del sim racing, in costante crescita. Con l’occasione, abbiamo avuto la possibilità e l’onore di intervistare il Presidente di CSAIn: Luigi Fortuna.

Informazioni sul campionato sim racing

Lo sport è divertimento, socialità, agonismo e crescita individuale e collettiva. Tutte queste qualità e caratteristiche possono essere trovate anche nel sim racing. Proprio così CSAIn, ente sportivo che osserva molto il mondo intorno a sé in continua evoluzione, ha voluto organizzare qualcosa di unico e speciale assieme al team Absolute Motorsport.

Il campionato sim racing sarà composto da un periodo di pre-qualifiche, i piloti classificati alla selezione, potranno accedere alle tre gare che si disputeranno a Monza, Hockenheim e Imola. La piattaforma che sarà utilizzata per questo primo evento in collaborazione con CSAIn è RaceRoom Racing Experience, un simulatore di corse free-to-play per PC, sviluppato da Sector3 Studios (precedentemente noto come SimBin Studios) e pubblicato da RaceRoom Entertainment AG. Il loro obiettivo è fornire un’esperienza di guida autentica attraverso modelli dettagliati di auto e di pista, nonché comportamenti e suoni realistici delle auto.

Porsche 911 GT3 RS race room
Porsche 911 GT3 RS impiegata nel campionato sim racing di CSAIn ed Absolute Motorsport – Photo Credit: RaceRoom media

Tutte le gare avranno copertura Live Streaming curata da PITLANE TV, professionisti del settore che sapranno dare con la loro esperienza il tocco di classe a questo primo evento targato CSAIn. Il campionato sarà un monomarca dove potrete guidare le bellissime Porsche 911 GT3 RS.

“E’ sicuramente una grande soddisfazione collaborare con CSAIn perché da un piccolo sim-racing team quale eravamo, abbiamo avuto la possibilità di avere la struttura per l’organizzazione del campionato e, facendoci avanti, CSAIn ha capito che abbiamo sia il potenziale, l’immagine e l’organizzazione per un campionato nazionale del genere. E’ un primo evento, un primo passo per lanciare nuovi progetti con CSAIn che promuove lo sport e così proveremo a promuovere anche altri eventi non legati al sim-racing. Da parte mia e da parte di ogni membro del team, questo è un grande traguardo raggiunto”.Marcello Caserta, Responsabile Absolute Motorsport.

Iscrizione al campionato e premi in palio

Le prequalifiche sono già iniziate e avrete tempo fino al 18 maggio per iscrivervi e provare a fare registrare un tempo utile; i primi 34 classificati che riusciranno a stabilire un buon tempo a Monza, avranno diritto accesso al campionato, ma CSAIn fornirà gratuitamente a tutti gli iscritti alle prequalifiche, previa compilazione del form, la tessera dell’associazione.

I premi in palio saranno i seguenti:

  • PRIMO CLASSIFICATO: 160,00 € di buoni spesa Amazon + riconoscimento titolo quale Campione Italiano Nazionale ESPORT CSAIn 2020;
  • SECONDO CLASSIFICATO: 100,00 € di buoni spesa Amazon;
  • TERZO CLASSIFICATO: 40,00 € di buoni spesa Amazon.

Per iscriverti all’evento e leggere il regolamento clicca qui.

Calendario campionato sim racing Porsche:

  • PRE-QUALIFICA: dall’1 al 18 maggio all’Autodromo Nazionale di Monza;
  • GARA MONZA: 21 maggio ore 21:00;
  • GARA HOCKENHEIM: 28 maggio ore 21:00;
  • GARA IMOLA: 04 giugno ore 21:00.

L’intervista al Presidente CSAIn Luigi Fortuna

Grazie alla nostra collaborazione con il sim racing team Absolute Motorsport, abbiamo avuto il piacere di fare una rilassante e piacevolissima chiacchierata con il Presidente CSAIn: Luigi Fortuna.

“Presidente, com’è nata l’idea da parte di CSAIN di approcciarsi al sim-racing e creare un campionato insieme ad Absolute Motorsport?”

“Farò un piccolo passo indietro per arrivare al nocciolo della domanda. In quanto ente di promozione sportiva, nato 66 anni fa, nella nostra storia abbiamo più volte fatto parte del Consiglio Nazionale del CONI con i nostri vari presidenti ed abbiamo radicato il nostro modo di essere all’interno del mondo sportivo. Proprio l’anno scorso il Presidente del CIO, Thomas Bach, avendo intuito l’importanza di quanto stava avvenendo nel mondo degli e-Sports, anziché far proliferare all’interno di una commissione CIO corridoi vari ed accaparramenti che sarebbero sfociati in movimenti aziendali e incontrollabili, ha stabilito di portare gli e-Sport dentro gli sport consentiti e voluti in promozione dal CIO, stabilendo anche la presenza di questi alle prossime Olimpiadi. Anche il CONI ha favorito la nascita della Federesport e noi, circa un anno fa, siamo stati chiamati a formare questa federazione. Da qui ci siamo incontrati più volte col responsabile della Federesport per organizzare un piano così da sviluppare al meglio questo mondo in costante evoluzione. Così, arriviamo all’organizzazione di questo campionato. L’idea è nata da una nostra ricerca nel trovare qualcuno che promuovesse, sul territorio italiano, attività legate agli e-Sport. Aiutati anche da Di Tillo Amedeo, il Presidente regionale del comitato di CSAIn Calabria il quale, essendo in contatto con Marcello Caserta di Absolute Motorsport, ha colto la palla in balzo per organizzare il primo campionato nazionale di e-Sport targato CSAIn usando il sim racing, che è il più evoluto e fiorente in questo periodo tra gli e-Sport”.

“In questo periodo difficile il sim-racing sta unendo i comuni giocatori a piloti reali di F1 come Charles Leclerc o Antonio Giovinazzi. Pensa che una volta finito questo periodo dettato dal Covid-19 ci sarà ancora spazio per questa categoria in evoluzione?”

“Direi di sì perché le categorie che possono partecipare sono molte e varie tra di loro ed è questo, secondo me, il punto forte degli e-Sports. Tutti possono partecipare in questa nuova tipologia di sport dove non si fa differenza tra atleti abili ed atleti disabili e questo ci permette di investire in uno sport per tutti realmente per tutti. Non si tratta, quindi, di possedere chissà quale fisicità motoria bensì bisogna avere una buona elasticità mentale. La nostra missione è quella di fare promozione sportiva, obiettivo principale del nostro ente e quindi la nostra opera non si può fermare una volta che questo periodo sarà cessato anche perché noi (CONI e CIO ndr) abbiamo idee molto chiare su come proseguire su questa strada. Con gli e-Sport non abbiamo limiti di applicazione ma non possiamo permetterci nemmeno di fossilizzarci sulla sedia”.

presidente csain luigi fortuna
Presidente Luigi Fortuna durante un evento CSAIn – Photo Credit: CSAIn, archivio immagini

“Avrete altri eventi in programmazione legati agli e-sport?”

“Sicuramente si. Abbiamo una presentazione a breve sugli e-sport per quanto riguarda calcio, tennis, pallavolo e danza. Ci tengo a precisare che in quanto Ente Nazionale non ci sono costi di iscrizione e le attività sono svolte gratuitamente senza alcun costo. Per quanto riguarda il campionato di sim-racing, tutti i partecipanti che si iscriveranno al torneo diventeranno nostri tesserati, di cui attualmente contiamo oltre 600 mila iscritti. Inoltre, tramite e-mail, app e web questi potranno essere aggiornati sul mondo dello sport e sugli eventi CSAIn che si tengono nella regione di appartenenza o quella in cui si vive e saranno coperti da assicurazione”.

In Italia secondo lei questa è una categoria che potrà avere un futuro roseo e non essere associata più a “ragazzi che giocano a videogame” ma a vero e proprio sport?

“Bisogna adottare un sistema serio senza lasciar spazio ai personalismi mantenendo fede a delle regole rigide, proprio come si prospetta di fare la nuova Federesport. Seguendo questa via, gli e-Sport avranno un grosso futuro ed espansione in Italia. Ora non so dire se saranno più o meno gettonati dello sport applicato, ma saranno un sano impiego per il tempo libero della gente e potrebbero essere anche un modo per far riflettere ed applicare meglio alcuni ragazzi o alcuni adulti a non sperperare denaro alle cosiddette “macchinette” delle sale giochi, divertendosi grazie ad una sana competizione che questa nuova categoria di sport può dare. Se la mettiamo anche sotto questo punto di vista, avranno una funzione sociale molto importante ma potranno essere applicati anche in tantissime altre maniere diverse. Mi spiego meglio. Ad esempio la Federazione Italiana Vela utilizza le piattaforme di simulazione come strumento di allenamento per i propri atleti, simulando alla perfezione i vari tipi di regata, così come accade anche coi simulatori di Formula 1, coi piloti che simulano la guida dell’auto su una pista. E’ uno strumento utile che serve anche a formare e sviluppare le abilità strategiche e didattiche di un atleta. Il Comitato Olimpico ha pensato quindi che lo e-Sport è una disciplina molto utile, pian piano molto apprezzata, che otterrà una grossa fetta molto importante nel futuro del mondo sportivo. Se li sfruttiamo bene e non saranno sviliti per ottenere un guadagno economico, saranno davvero ottimi strumenti”.

“Cosa ne pensa della futura fase 2 legata al Covid-19? E cosa mi sa dire sulla ripresa dello sport in questo periodo?”

“Tutti stanno soffrendo la chiusura. Eravamo tutti talmente abituati ad uscire ed andare in palestra o fare attività fisica che oggi star fermi in casa ci fa sembrare tutto molto strano e surreale. Le attività sportive ovviamente riprenderanno quando sarà consentito e sicuro, ma la prima cosa da fare è salvare la vita delle persone aprendo solo una volta dopo essere sicuri che ci sia la possibilità e le condizioni adatte per farle. Se questa task-force formata da esperti del settore medico, dice che non siamo ancora pronti per uscire e tornare alla vita di sempre perché bisognerebbe rischiare? Se non si rispettano tutti questi criteri e normative quanto ancora dovranno lavorare tutti quei poveri medici ed infermieri? Spero che lo Stato si sbrighi a sostenere e soddisfare le necessità dei cittadini raggiungendo e garantendo la totale sicurezza”.

A nostro avviso, la crescita costante che sta subendo il mondo dell’esport e del sim-racing non hanno eguali ed è sensazionali che uomini di spicco, quali il Presidente CSAIn Luigi Fortuna, possano trovare in questa nuova categoria terreno fertile su cui sensibilizzare ed unire sempre di più i ragazzi attraverso attività ludiche interattive e diverse che possono stimolare sempre l’agonismo sportivo così come il rispetto reciproco che solo lo sport è in grado di stimolare e sviluppare all’interno del singolo individuo.

SEGUICI SU:

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBEhttps://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
SPOTIFYhttps://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
FACEBOOKhttps://www.facebook.com/motors.mmi/
NEWS MOTORIhttps://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

© RIPRODUZIONE RISERVATA