Cinema

“Carol”: è l’amore il regalo perfetto per Natale

Talvolta è amore a prima vista. Basta un cappellino rosso con un pom pom bianco e lo sguardo di chi lo indossa diventa magnetico. Nello spirito natalizio di un grande magazzino newyorkese, tra trenini rossi circondati da neve e colonne addobbate con festoni verdi, due donne si incontrano. I loro sguardi si scelgono, superando i corpi delle signore intente a comprare i regali da riporre sotto l’albero. Carol, interpretata da Kate Blanchett, e Therese, Rooney Mara, sono attratte l’una dall’altra e lo capiscono dal primo momento in cui si osservano.

Il loro amore è il fulcro narrativo del capolavoro drammatico e sentimentale diretto da Todd Heynes. “Carol“, uscito nelle sale cinematografiche nel 2015, racconta di una relazione coraggiosa e fragile tra le due protagoniste. Carol e Theresa sono due persone completamente diverse. La prima è una donna di classe alle prese con un divorzio e con la custodia della piccola figlia, mentre la seconda è una giovane diciannovenne con la passione per la fotografia. Le due si incontrano sul luogo di lavoro di Theresa, il reparto di giocattoli del magazzini Frankenberg.

Therese in "Carol" - Photo Credits: sentieriselvaggi.it
Therese in “Carol” – Photo Credits: sentieriselvaggi.it

E’ qui che gli sguardi delle due protagoniste si incontrano per non lasciarsi più. Carol capisce subito che in quel viso innocente c’è qualcosa che farà fatica a dimenticare e così, subito dopo aver acquistato un trenino sotto consiglio di Therese, decide di dimenticare i suoi guanti per poter rivedere la giovane. L’espediente funziona e le due si incontrano nuovamente, dando vita ad una forte amicizia. C’è qualcosa che funziona fin da subito tra le due. Entrambe sono profondamente deluse dalla vita. Per Carol il matrimonio non è mai stato soddisfacente e anche il fidanzamento di Therese non è affatto stimolante.

Se la bionda Carol è ben consapevole del proprio orientamento sessuale, la giovane Therese lo scoprirà proprio grazie a questa nuova conoscenza. Nel loro incontro c’è un nuovo inizio: c’è la possibilità di poter vivere un sentimento sincero, dimenticandosi del pregiudizio degli anni 50, in cui è ambientata la storia. La sfacciataggine di Carol, così come le rimprovera il marito, e la voglia di Therese di essere guidata nella vita , faranno sì che la loro relazione decolli con facilità e leggerezza. Le due respirano la libertà viaggiando insieme e arrivando inevitabilmente a dichiararsi apertamente amore. La loro relazione trova, però, l’ostacolo nel marito rancoroso di Carol.

Theresa e Carol in "Carol" - Photo Credits: NoSpoiler
Theresa e Carol in “Carol” – Photo Credits: NoSpoiler

Minacciata di perdere per sempre la custodia della figlia, la donna scende ad un duro compromesso con l’uomo: non professerà più il suo amore definito immorale. Per un periodo il coraggio di Carol viene messo da parte e l’incubo di una vita fasulla torna pesantemente a tormentarla. Ma la donna sa di non poter continuare a mentire a se stessa, così come a Therese. Torna dall’amata e la supplica di ricominciare a vedersi. La giovane, offesa per essere stata messa da parte, si dimostra fredda e la respinge. In questo caso è l’orgoglio a parlare. Il cuore della fotografa sa che sarà impossibile dimenticare il volto del suo cambiamento.

E seppur il futuro si prospetti incerto, quanto difficile, quell’atmosfera natalizia del primo incontro ha cambiato per sempre la vita delle due donne. Non potendo vivere senza sentimenti, le due si guardano e si sorridono. Gli occhi della verità chiudono questa necessaria storia d’amore raccontata da “Carol”.

Carol e Therese in "Carol" - Photo Credits: Medium
Carol e Therese in “Carol” – Photo Credits: Medium

Marta Millauro

Seguici su

Facebook

Metropolitan Magazine

Instagram

Twitter

Back to top button