Centocelle, “passeggiata” della Raggi: ecco la reazione degli abitanti

La libera assemblea di Centocelle scrive: “Noi da oltre un mese chiediamo alle istituzioni un confronto”

Ieri pomeriggio la sindaca di Roma Virginia Raggi, insieme alla prefetta Gerarda Pantaleone e il presidente del V municipio Giovanni Boccuzzi, ha fatto una “passeggiata” nel quartiere Centocelle, teatro di alcuni incendi dolosi negli ultimi mesi. La libreria “La pecora elettrica” di via delle Palme è stata oggetto di numerosi attacchi notturni ed è stata incendiata due volte. La stessa sorte era toccata anche alla pizzeria Cento55 Pinsa Romana e al Baraka Bistrot, entrambi i locali hanno preso fuoco negli ultimi due mesi.

La visita della Raggi dunque arriva in un momento delicato per il quartiere. I suoi abitanti non sentendosi più protetti dalle istituzioni hanno deciso di formare una Libera assemblea di Centocelle (Lac). L’obiettivo è quello di riunire le forze delle varie realtà presenti nella zona organizzando riunioni, occasioni di integrazione sociale, incontri di musica e di spettacolo.

Il nuovo appuntamento della Lac era previsto proprio per ieri pomeriggio, in concomitanza con la visita della Raggi. Nel luogo dell’incontro, piazza Teofrasto, compare però una scritta su un muro che recita: “No passerelle, si passeggiate”. L’accusa nei confronti delle istituzioni è chiara. Stando a quanto comunica la Libera assemblea di Centocelle da oltre un mese si cercano invano contatti con l’amministrazione capitolina. A inizio mese era stato chiesto senza successo un consiglio municipale straordinario per decidere come affrontare le future emergenze.

Centocelle
La scritta è comparsa su un muro in Piazza Teofrasto, luogo di incontro tra il Lac e la Raggi – Photo Credit: gruppo facebook Lac

Oltre alla formazione di un “interistituzionale strategico per discutere della questione emergenziale e dello sviluppo strategico del territorio”, la Lac ha chiesto la riapertura dei locali colpiti dagli incendi e maggiore partecipazione dei cittadini alle decisioni del municipio. Si è opposta alla militarizzazione del quartiere per migliorare la sicurezza nelle strade e ha fatto appello alla condotta e alla buona volontà dei cittadini.

Nel frattempo è stato approvato il Protocollo d’intesa riguardante i municipi V e VI. La riqualificazione del quartiere Centocelle e dell’area urbana circostante passa attraverso un maggior contatto tra cittadini e istituzioni. Il piano prevede una maggiore illuminazione delle strade (via delle Palme era completamente al buio al momento degli incendi), sostegno economico alle associazioni sul territorio, misure antiracket e antiusura. Prevista inoltre la sperimentazione del “vigile del quartiere”.

Leggi tutta l’Attualità

Seguici su Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA