Cinema

C’era una volta a…Hollywood: nel libro viene svelato il passato di Cliff Booth

È già uscito negli Stati Uniti il romanzo di Quentin Tarantino C’era una volta a…Hollywood“, mentre in Italia uscirà domani con La Nave di Teseo. Il romanzo espanderà diverse faccende che non abbiamo visto nell’ultima opera di Quentin Tarantino. Il film ha vinto ben due premi Oscar per la miglior scenografia e per il miglior attore non protagonista dato a Brad Pitt che, nel film, interpreta lo stuntman Cliff Booth. Il romanzo svela alcuni dettagli sul passato di Cliff Booth, se non volete perciò avere alcun tipo di spoiler non continuate a leggere l’articolo.

La verità sulla moglie di Cliff Booth

Una delle domande che si chiedono gli spettatori è se Cliff ha davvero ucciso sua moglie, ebbene il romanzo svela la verità. Secondo quanto dice Quentin, lo stuntman ha veramente ucciso sua moglie Billie (Rebecca Gayheart) sparandole. Il fatto che in “C’era una volta a…Hollywood” girano delle voci sull’omicidio di Cliff porta Randy Miller (Kurt Russell) a non voler lavorare con Cliff.

Tarantino chiarisce scrivendo “Nel momento in cui Cliff sparò a sua moglie con il fucile per gli squali, sapeva che era una cattiva idea”. Il colpo di Cliff ha letteralmente tagliato in due il corpo della moglie, disprezzata da anni dal suo marito omicida. Tuttavia, come ha scritto l’autore “nel momento in cui la vide strappata in due… anni di rancore e risentimento evaporarono in un istante.” Dopo la morte di sua moglie, le autorità non riescono a trovare prove sufficienti per dimostrare che si tratti veramente di un omicidio.

Jacky Debach

Seguici su

Facebook, InstagramMetròLa Rivista Metropolitan Magazine

Back to top button