Pallavolo

La CEV fa marcia indietro: arriva il rinvio di Trento-Wegiel

Dopo la decisione presa nella mattinata, la CEV ha un ripensamento e concede il rinvio della partita tra Trento e Wegiel. Niente vittoria a tavolino dunque per la gara di andata dei quarti di Champions per i ragazzi di coach Lorenzetti

cev rinvio Trento
Logo CEV Champions League Volley 2020 – Photo Cedit: Itas Trentino Official Twitter Account

Il rinvio ufficiale della CEV per Trento-Weigel 

Diversamente da quanto annunciato stamattina, alla fine la CEV ha deciso di rinviare a data da destinarsi il match di Champions League. La partita, inizialmente prevista per giovedì 5 marzo alla BLM Group Arena, era stata data vinta a tavolino dall’Itas Trentino; poche ore dopo la Confederazione Europea di Volley ha cambiato idea annunciando il rinvio della gara. Nei giorni scorsi la società polacca Wegiel aveva più volte ribadito tramite lettere che non si sarebbe presentata in Italia a causa dell’allarme Coronavirus; da parte sua la CEV aveva risposto che la partita si sarebbe giocata regolarmente e in caso di mancata presentazione della squadra polacca, la vittoria sarebbe andata a Trentino a tavolino. 

“Dopo un continuo scambio di informazioni con tutte le parti interessate e in seguito alle ultime misure adottate dalle rispettive autorità nazionali per combattere lo scoppio del cosiddetto coronavirus, la CEV ha deciso di rinviare la CEV Champions League Volley 2020 – Partita di quarti di finale maschile tra Itas Trentino dall’Italia e Jastrzebski Wegiel dalla Polonia. La partita doveva svolgersi giovedì 5 marzo presso la BLM Group Arena di Trento“.

Questo è quanto si legge sul comunicato pubblicato sul sito ufficiale della CEV; l’ufficialità dovrebbe essere arrivata in seguito all’intervento decisivo del Ministro della Salute polacco che ha dichiarato la quarantena obbligatoria per chiunque fosse tornato dall’Italia. Al momento non si conoscono né la data né il luogo per il recupero della partita; le parti potrebbero prendere in considerazione anche un campo neutro in modo da agevolare l’arrivo delle squadre straniere che hanno problemi con i viaggi in Italia. 

Articolo a cura di Chiara Zambelli

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

Back to top button