Gossip e Tv

Chi è Celso Valli: carriera del musicista, moglie e figli

Celso Valli ha fatto il suo debutto ufficiale collaborando con Drupi nel suo album del 1978 Provincia. Negli stessi anni ha iniziato a produrre, arrangiare e occasionalmente lavorare come compositore in diversi progetti “Italo disco”, tra cui Tantra, Azoto, e Passeggeri. Dal 1979 inizia a collaborare con Mina; la carriera come produttore ed arrangiatore include alcuni degli artisti italiani di maggior successo tra gli anni Ottanta e Duemila, in particolare Andrea Bocelli, Il Volo, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Filippa Giordano, Mango, Vasco Rossi, Matia Bazar, Raf, Giorgia, Renato Zero, Biagio Antonacci e Gerardina Trovato solo per citarne alcuni.

Chi è Celso Valli: carriera del musicista, moglie e figli

Nel corso della propria attività ha ottenuto dischi d’oro e dischi di platino, e il Latin Grammy Award per il disco Primavera Anticipada di Laura Pausini. Nel 2006 è stato premiato con il Leone d’oro alla carriera. Nel 2011 riceve il disco di diamante con Vasco Rossi, album: Vivere o niente.

Celso Valli ha iniziato a lavorare ai brani strumentali – scritti seguendo la forma canzone tradizionale, da qui il titolo, ma non cantati – poi inclusi nell’album, da “2 gennaio” a “Il settimo piano”, passando per “A casa di Bice”, “Chiaro e scuro”, “Strade”, “Da lontano” e “L’ape sul piano”, durante il primo lockdown: “Mi sono lasciato guidare dal desiderio di fare per una volta qualcosa di mio che non prevedesse la partecipazione di un artista.

All’inizio ero un po’ titubante all’idea di pubblicare l’album. Avevo pensato di farlo uscire sotto pseudonimo”. Poi si è detto: “Ma che male c’è se per una volta faccio anche io il fenomeno?”. “Non aveva senso, farlo uscire con un nome diverso dal mio. Con questi pezzi mi sono raccontato attraverso le note, trasmettendo qualcosa di me. In cinquant’anni di carriera non lo avevo mai fatto”. .Ha registrato l’album mentre lavorava con Vasco Rossi ai brani di “Siamo qui”, l’ultimo disco di inediti del rocker di Zocca, uscito l’anno scorso dopo un’attesa durata sette anni: “Non l’ho fatto ascoltare a nessuno, questo disco. Volevo evitare che gli artisti con i quali collaboro abitualmente si sentissero in dovere di contribuire in qualche modo. Ora però farò il giro delle sette chiese per farlo ascoltare a tutti, Vasco in primis. Sette canzoni per sette chiese (ride)”.

Back to top button