Musica

Chi è “Manuelito”, il sexy e trendy Hell Raton di X Factor 2020

Manuel Zappadu, questo il vero nome del nuovo e bel giudice Hell Raton del talent di Sky Uno, ha fondato insieme a Salmo e Slait nel 2010 la Machete Crew e ha passato anni dietro le quinte dell’etichetta Machete Empire Records, fondata nel 2013, di cui è CEO e direttore creativo. Talent scout e artista.

Hell Raton, all’anagrafe Manuel Zappadu, è il nuovo giudice di X Factor 2020 insieme a Manuel Agnelli, Mika ed Emma Marrone. Classe 1990 e sangue sardo-ecuadoriano, sconosciuto al pubblico televisivo ma punto di riferimento discografico per tutta la scena rap italiana. È nato a Olbia, in Sardegna, è cresciuto a Quito ma ha vissuto in diverse città, tra cui Firenze, Londra e Milano. Nel 2011 ha lanciato il suo primo singolo in lingua spagnola, “Multicultural”, accompagnato da un videoclip girato a Londra. Sempre nello stesso anno ha creato il volume “Basura Muzik” rendendolo disponibile gratuitamente online. Nel 2013 ha fondato con i suoi soci l’etichetta discografica Machete Empire Records, di cui è amministratore delegato e direttore artistico. Dopo l’EP “Rattopsy” e il secondo volume “Machete Mixtape”, ha partecipato e vinto al Red Bull Culture Clash del 2017 come frontman del team Hellmuzik. Il 5 giugno 2020 è andata in onda su Twitch una maratona video di 12 ore, la Machete Aid, a sostegno dei lavoratori del settore musicale colpiti duramente dall’emergenza sanitaria del Covid-19. Ai giornalisti di Libero ha raccontato le sue aspettative da giudice di X Factor. Per Manuel Zappadu un cantante dovrebbe avere gusto e questo lo si capisce dalla scelta delle cover. Sarebbe proprio questa caratteristica a determinare le differenze tra gl iartisti: “Puoi avere tutta la tecnica che vuoi ma se non hai quel quid in più, non basti”. Lo scorso giugno ad Alessandro Cattelan di EPCC ha raccontato: “A X Factor mi voglio divertire tantissimo, sono gasatissimo e sicuramente X Factor è un programma che fa quello che io faccio da 10 anni, cerca talenti. Più o meno è nata nello stesso periodo di quando è nata Machete. Noi facciamo scouting, ampliamo il valore degli artisti. Io sono una persona molto segreta, non l’ho detto a nessuno, molti dei nostri artisti lo staranno scoprendo in questo momento che sono stato nominato come giudice di X Factor. Salmo però l’ho chiamato prima di mia madre ed è stato felicissimo. Mi ha detto ‘In bocca al lupo spacca quello schermo e vinci!”.

Chi è “Manuelito”, il bello Hell Raton

In molti si saranno chiesti ieri sera, durante la presentazione dei nuovi giudici di “X Factor” a “E Poi C’è Cattelan”, “Hell Raton chi?”. Addetti ai lavori e gente comune sono corsi su Google per cercare di capire chi fosse quel ragazzo di 30 anni con tatuaggi e piglio sicuro. Il suo nomignolo è “Manuelito”, i suoi amici più stretti e i fan lo chiamano così. “Non voglio darti una risposta banale e retorica – ha esordito durante il talk con Alessandro Cattelan – su quello che cercherò. Anzitutto il talento credo sia imprescindibile e poi deve essere una persona curiosa e sapersi approcciare alle nuove tecnologie”.

Manuel Zappadu, questo è il vero nome di Hell Raton, ha iniziato a lavorare già a 21 anni, quando a Londra era riuscito ad ottenere un posto fisso come cameriere di sala. Poi la grande svolta e la decisione di dedicarsi alla musica: ha fondato insieme a Salmo e Slait, nel 2010, la Machete Crew e ha passato anni dietro le quinte dell’etichetta Machete Empire Records, fondata nel 2013, di cui è Ceo e direttore creativo. Ha dato vita, insieme a Slait, a Machete Gaming – progetto in cui musica e gaming si incontrano in una formula mai vista prima – ed è promotore anche di vari progetti benefici: esempio ne è Machete Aid on Twitch, maratona a sostegno dei lavoratori del settore musicale colpiti durante l’emergenza sanitaria del Covid-19. L’iniziativa ha raccolto 20mila euro.

“Ero un ragazzino affamato di musica, che è riuscito a realizzare il suo sogno più grande grazie a passione, dedizione e tenacia. – ha raccontato l’artista e manager – Tutto il tempo passato in sala prove davanti al mic e live sui palchi, i più disparati, d’Italia, ha sicuramente arricchito il mio modo di vivere la musica. Negli anni ho imparato a mettermi in gioco, dal 2010 con la fondazione di Machete fino a Machete Gaming, passando per il debutto dell’etichetta Machete Empire Records e la nascita di Me Next e 333 Mob”.

E infine: “Nel mio lavoro convivono i ruoli di discografico, talent scout, direttore artistico e creativo, ma anche musicista. Di fronte a un talento provo a esaminarlo in tutti i suoi aspetti e le sue e abilità, con un approccio 2.0, per trovare, insieme, il percorso più adatto alla sua carriera. È quello che vorrei fare qui a X Factor, voglio mettermi al servizio di nuovi talenti per aiutarli a trovare l’espressione più adatta alla propria personalità artistica, con un lavoro di ricerca che esplori sempre nuove tendenze e tecnologie”.

Back to top button