Gossip e Tv

Chi è Micaela Ottomano, avvocato e migliore amica di Elisabetta Gregoraci

Mentre Elisabetta Gregoraci era rinchiusa nella casa del GF Vip, Arianna David ne ha dette di tutti i colori nelle varie trasmissioni televisive, soprattutto a Mattino 5, in difesa l’amica Micaela Ottomano e la sorella Marzia Gregoraci.

Micaela Ottomano si è dichiarata spesso basita dal comportamento dalla Davidla quale avrebbe anche dichiarato qualche mese fa la presunta relazione della Gregoraci con il pilota Stefano Coletti, relazione smentita dalla Ottomano in difesa dell’amica. A tal proposito avrebbe dichiarato:”Elisabetta e io siamo amiche da 18 anni, amiche storiche. Sia io che Marzia, sorella di Elisabetta siamo rimaste basite sulla notizia della presunta amicizia con la signora David che ha fatto pubblicamente delle dichiarazioni”. Inoltre l’avvocato ha affermato di conoscere molto bene tutte le amicizie della Gregoraci e viceversa e che non sarebbe mai intervenuta in un programma televisivo, ma in questo frangente si è sentita in dovere per difendere l’amica chiusa in questo periodo nella casa del Grande fratello Vip e la quale non ha possibilità di difendersi.

La David a sua volta sarebbe intervenuta affermando di conoscere molto bene Flavio Briatore in quanto è stato socio del padre dei suoi figli e sul suo rapporto di amicizia con la Gregoraci aggiunge:“Ho una chat lunghissima di anni, ci siamo sentite anche la sera prima che entrasse nella casa. Le avevo detto che Federica Panicucci mi aveva preso a Mattino 5 e che se ci fosse capitato di parlare del GF l’avrei difesa. Mi ha risposto con cose bellissime, mi ha scritto addirittura che mi adora. Prima di fare questi post, si informi”.

Micaela Ottomano ha sempre difeso la Gregoraci mentre era al GF Vip

Non è la prima volta che Micaela Ottomano, avvocato e amica di Elisabetta Gregoraci scende in campo in sua difesa. L’asticella della contesa si alza pericolosamente e tra invidie e cattiverie l’elenco si fa lunga. Stavolta l’avvocato si affida alle parole e lo fa con un post pubblicato su Instagram sull’account della Gregoraci: «Cara eli, con profonda tristezza sto assistendo a questo massacro mediatico di un livello inqualificabile. Una trattamento che ti stanno riservando che mi preme dirlo, non solo rasenta l’inciviltà ma che tra l’altro non proviene da parte di persone che si siano distinte per qualche merito o talento innato, umano o artistico speciale, tale da poter giudicare il tuo animo ela tua vita attuale e passata. Chi come me, ti conosce profondamente, sa che sei sempre stata una persona speciale, dotata di una straordinaria carica umana, accompagnata da una profonda intelligenza e una umiltà raramente riscontrabile in altri individui. Ti sei creata un percorso passo dopo passo, grazie a tanti sacrifici a cui ho sempre assistito e non possiamo permettere a nessuno ma dico a nessuno di mttere in discussione tutto ciò che hai fatto finora. E allora auspico e ne sono certa che la gente da casa abbia compreso appieno il tuo animo sano e pulito come pochi e che ciò prevalga su tanta malvagità gratuita. Sempre con te micky». Gli oltre mille commenti in quattro ore sono tutti a favore della Gregoraci. «L’invidia è una brutta bestia»

Chi è Micaela Ottomano

Micaela Ottomano è di origine pugliesi e vive tra Roma e Napoli. Dirige uno studio legale molto prestigioso e coordina le attività di molti giovani avvocati che la considerano un vero punto di riferimento. Bella, grintosa e determinata è fiduciaria di importanti gruppi assicurativi e di società telefoniche e tutela le banche dalle truffe di ogni genere. Micaela è una giurista molto apprezzata ed è stata anche membro del Comitato per l’applicazione del Codice di autoregolamentazione media e minori, istituito dal Governo per volontà delle Emittenti televisive con lo scopo di migliorare la qualità delle trasmissioni dedicate ai minori, per aiutare le famiglie ed il pubblico più giovane ad un uso corretto della televisione. E’ mamma di Beatrice che lei stessa definisce “il più grande dono ricevuto nella sua vita”. 

Back to top button