Sport

Choc in Premier League: chi è Gylfi Sigurðsson, il calciatore arrestato con l’accusa di pedofilia

Adv

Il giocatore arrestato per pedofilia in Inghilterra si chiama Gylfi Þór Sigurðsson, ecco chi è veramente. Nato a Reykjavík, 9 settembre 1989, in Islanda, è attualmente centrocampista dell’Everton e della nazionale islandese. Ma ha fatto una lunga e proficua carriera in Premier League. Si tratta di un trequartista, esterno destro o sinistro. Di piede destro, tra le sue abilità spicca l’efficienza nel tiro dalla distanza, che egli sfrutta anche nei calci piazzati. Famosissimo un suo gol, su punizione, quando vestiva la maglia dello Swansea City, contro il Manchester United.

Chi è Gylfi Sigurðsson, l’ex Tottenham arrestato per pedofilia in Inghilterra

Secondo i media britannici, il fermo del calciatore – arrestato venerdì con l’accusa di pedofilia e ora libero su cauzione – è stato svolto dalla Greater Manchester Police. Intanto l’Everton, storica squadra della città di Liverpool, ha confermato di aver sospeso a tempo indeterminato un suo tesserato. “Il club continuerà a supportare le autorità con le loro indagini e non rilascerà ulteriori dichiarazioni in questo momento”, si legge in una nota della stessa società. La notizia ha scosso la Premier League.

La sua è stata una carriera fatta di alti e bassi. Nell’estate del 2005 gioca in prova per un certo periodo di tempo al Preston North End, senza esito. Il 1º ottobre 2005 firma per il Reading, giocando per tre anni nella squadra riserve. Poco prima della stagione 2007-2008 lui e altri cinque suoi coetanei vengono ufficialmente integrati in prima squadra e firmano i loro primi contratti da professionisti. Per la stagione 2008-2009 entra ufficialmente in prima squadra. Tuttavia, per poter fare esperienza, viene mandato in prestito per un mese allo Shrewsbury Town, con il quale segna al suo debutto in campionato contro il Bournemouth il 18 ottobre 2008. Il 26 febbraio si trasferisce al Crewe Alexandra, e debutta due giorni dopo contro il Brighton, segnando all’89’. 

Nel maggio 2010 si trasferisce all’Hoffenheim, in Germania. Ma la sua carriera decolla solo due anni dopo, quando passa ai gallesi dello Swansea City.  Segna il suo primo gol il 4 febbraio contro il West Bromwich Albion. Il 3 marzo segna una doppietta nella vittoria per 2-0 sul campo del Wigan Athletic. In totale mette a segno sette reti in 17 incontri di Premier League. Il 26 maggio lo Swansea esercita il diritto di riscatto sul giocatore, ma il 4 luglio seguente viene ufficializzato il suo passaggio al Tottenham per 8,5 milioni di euro. L’esperienza non è delle migliori, e il 23 luglio 2014 fa ritorno allo Swansea City, nella trattativa che porta Michel Vorm e Ben Davies al Tottenham. Qui esplode definitivamente e il 16 agosto 2017 passa all’Everton per 45 milioni di sterline. 

Adv
Adv
Adv
Back to top button