Le sconfitte consecutive in casa Cittadella ammontano ormai a tre. E’ la prima volta in questo lungo e strano campionato che alla squadra allenata da Venturato capita di imbattere in una serie negativa del genere. La squadra ha già mollato?

Le ultime partite dei granata

Il torneo di Serie B del Cittadella era ripreso nel migliore dei modi. Tre vittorie, di cui due in trasferta contro Frosinone e Livorno, e in casa contro il Perugia. Si era delineata una situazione di classifica da impressione visto che i granata erano secondi a pari punti con il Crotone a quota 52.

A partire da quel momento, però, il terreno sotto i piedi di Venturato e i suoi ragazzi è iniziato a precipitare. Tre sconfitte, l’una dietro l’altra, con dirette concorrenti per le zone alte della classifica. In particolare, la sconfitta casalinga con gli Squali di Crotone è quella che brucia più di tutte. Con un risultato diverso, probabilmente i sogni per una promozione diretta potevano rimanere in piedi.

Venturato Cittadella
Photo credits: LaPresse – Gerardo Cafaro

L’ultima partita, ancora più delle altre, deve aver segnato ancora di più il morale dei granata. C’è da dire che la Salernitana in casa è una delle peggior formazioni da incontrare visto il loro rollino di marcia. Il problema è che la sconfitta è stata pesante: 4-1, con i veneti mai veramente in partita. E’ come se la squadra di Venturato avesse staccato la spina prima del preavviso, evidenziato anche dal rigore sbagliato nel finale della partita.

La classifica e il calendario dopo l’ultimo turno

Il Cittadella si attesta adesso in quinta posizione, a pari punti con il Frosinone. Se la situazione rimanesse invariata, il Cittadella dovrebbe disputare i preliminari dei play-off contro l’Empoli, in casa, dove, paradossalmente, la squadra veneta hanno raccolto solo 22 punti.

Quel che la squadra granata è chiamata a fare in queste ultime quattro giornate, è riuscire a piazzarsi almeno tra la terza e la quarta posizione, dato che in ottica play-off, vi sarebbe il vantaggio di entrare in scena solo a partire dalle semifinali.

Il calendario vede come prossimi avversari squadre sulla carta più che abbordabili per i ragazzi di Venturato. Al Tombolato i prossimi avversari saranno, infatti, Ascoli e Venezia, squadre che sono situate nella parte medio-bassa della classifica.

In trasferta gli incontri sono, al contrario, più complicati. Al Bentegodi il Chievo Verona tenterà di giocarsi le ultime chances per acciuffare i play-off, mentre il 31 luglio, giorno in cui caleranno i sipari per la regular season, il Cittadella incontrerà in terra ligure la Virtus Entella.

Venturato, riprendi per mano i tuoi ragazzi!

Sono ben cinque gli anni in cui Roberto Venturato è l’allenatore del Cittadella e, a partir da quel momento, la storia della società veneta è cambiata. La si è iniziata a vedere con occhi del tutto differenti, soprattutto a partire dalla stagione 2016/17, dove i granata, neopromossi dalla Lega Pro, partecipano ai play-off. La cosa che ha meravigliato ancora di più è che gli anni successivi hanno sempre portato ad un miglioramento della stagione, sfiorando addirittura nella scorsa stagione la Serie A, sfuggita in finale play-off al Bentegodi contro il Verona.

Il Cittadella, pur non avendo mai avuto formazioni contraddistinte da nomi da capogiro, ha sempre disputato ottimi campionati. Questo attraverso il buon gioco impresso da Roberto Venturato e la serietà della società che mai ha pensato di lasciarselo sfuggire.

In questa stagione il Cittadella si è confermata sui livelli degli anni passati, passando addirittura al ruolo di diretta interessata per la promozione diretta. Le tre sconfitte consecutive hanno, però, ridimensionato le ambizioni dei granata e di Venturato. Spetta dunque al tecnico italo-australiano il compito di riprendere per mano i propri ragazzi e indirizzarli sulla retta via per questo finale di stagione in vista di quell’obiettivo chiamato Serie A.

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine

Account ufficiale Twitter Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA