Silvano Albanese pare aver conquistato davvero tutti. Il nome non vi dice nulla? Proviamo allora a chiamarlo con un nome che è impossibile non conoscere: Coez. Il rapper nato a Salerno, ma cresciuto in dall’infanzia nella capitale, è esploso pochi anni fa come una vera e propria bomba ad orologeria. Da quel momento, non ha mai smesso di stupire, conquistando un successo dopo l’altro e mantenendo sempre alto il proprio posto nelle classifiche.

Il rapporto con i suoi fan è straordinario. Si tratta di un’amicizia che nasce e cresce giorno dopo giorno grazie alle note scritte dallo stesso Coez e cantate con quella nota malinconica e travolgente. Tipico di lui è riuscire a dare un colore nuovo alle cose, far vedere al proprio pubblico sempre un nuovo lato della vita, una sfumatura che prima forse era poco chiara, un punto di vita inedito.

Coez, creditphoto: ioopinionista.it
Coez, creditphoto: ioopinionista.it

Il rapper in ascesa: Faccio un casino diventa il suo biglietto per il successo

Coez ha vissuto di musica da sempre. I veterani ricorderanno perfettamente la sua collaborazione iniziale con i Brokenspeakers nel 2007 e il primo album da solista nel 2009, Figli di nessuno. Per non paralre poi della pubblicazione nel 2013 di Non erano fiori per la Carosello Records, dove Coez ha iniziato a delineare i propri contorni come cantante.

E poi la collaborazione con Gemitaiz e Madman per Instagrammo, e i primi concerti. E i dubbi, le paure, il blocco dello scrittore, che il rapper aveva ammesso di fronte a un pubblico che ogni giorno diventata più ampio:

Coez, creditphoto: lastfm.it
Coez, creditphoto: lastfm.it

È circa un anno che sto scrivendo per il nuovo album. Più volte ho pensato di avere il disco praticamente in mano, ma dopo un po’ capivo che alcuni pezzi nonostante fossero belli mi suonavano come robe già dette, o comunque dette meglio in altre canzoni. Ora dovrei esserci, dovrei essere arrivato ad una conclusione, almeno per la scrittura, anche se spero sempre nell’ultima bomba, quella inaspettata che effettivamente mi capita quasi sempre.

E poi il 2017 esce Faccio un casino, album che lo consacra finalmente a protagonista della scena musicale italiana.

Il concerto di Coez sarà rimandato

Coez, creditphoto: medium.it

Come purtroppo quasi tutti i concerti del 2020, anche quello di Coez, che doveva tenersi al Rock in Roma, sarà rimandato. Un annuncio che di certo non ha reso felici i fan ma che, data la situazione, si è rivelato necessario per la sicurezza di tutti.

Ma, siamo sicuri, rivederemo prestissimo Coez sul palco. Potremo cantare assieme a lui Niente che non va, Ali Sporche, Jet, E yo mamma, La musica non c’è, e tanti altri bellissimi brani che ci faranno emozionare, come sempre, assieme al nostro rapper preferito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA