E’ finito il matrimonio italo-anglosassone tra Colin Firth e la moglie Livia Giuggioli, a seguito della crisi che li ha coinvolti del 2018. Una delle coppie più glam dei Red Carpet si è detta addio lasciando tutti i fan a bocca aperta.

Colin Firth e Livia Giuggioli erano già in crisi

Uno dei matrimonio più lunghi di Hollywood quello tra Colin Firth e, l’ormai, ex moglie Livia Giuggioli che, dopo 22 anni di vita insieme, da cui sono nati i figli Luca e Matteo, hanno deciso di separarsi. Una crisi iniziata nel 2018 quando l’attore britannico ha scoperto il tradimento della moglie con un amico d’infanzia, Marco Brancaccia, avvenuto tra il 2015 e il 2016. Una sbandata che alla produttrice italiana è costato un periodo di stalking da parte dell’amante che, a quanto pare, non ha accettato il “ritorno al nido” della Giuggioli. La coppia ha denunciato l’uomo.

Marco Brancaccia, amante di Livia Giuggioli
Marco Brancaccia, amante di Livia Giuggioli – Photo Credit: Dgospia

Un amore nato in Colombia

E’ il 1995 quando Colin Firth, allora protagonista, conosce Livia Giuggioli, assistente di produzione del film tv Nostromo. La passione italiana della Giuggioli ha conquistato l’inglese cuore algido di Firth tanto da convogliare a nozze due anni dopo, matrimonio da cui nascono Luca e Matteo. Una vita di coppia sicuramente tra le più invidiate dei Red Carpet tanto non scommettere sulla durata. Il celebre attore, in questi anni, è entrato a stretto contatto con la cultura italiana tanto da dividersi tra Londra e Città della Pieve e da prendere la cittadinanza italiana.

Insomma, ora che l’attore è tornato in piazza, chissà se il fascino di Mr. Darcy catturerà il cuore di qualche altra bella italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA