CalcioSport

Come sarà la Juventus di Maurizio Sarri?

Giorni interminabili per i tifosi della Juventus, in attesa di sapere chi sarà l’allenatore della prossima stagione. Il nome più accreditato è e rimane quello di Maurizio Sarri, che però al momento deve ancora risolvere la sua situazione contrattuale con i Blues.

La vicenda si dovrebbe sbloccare nelle prossime ore con la scelta da parte del Chelsea del prossimo allenatore. Nelle ultime ore il profilo di Rafa Benitez ha superato quello di Lampard, con lo spagnolo in dirittura d’arrivo sulla panchina londinese.

In attesa di notizie ufficiali, abbiamo provato ad immaginare come sarà la rivoluzione che Sarri potrà mettere in essere, in casa Juventus, cercando attraverso il suo credo calcistico di coronare il sogno Champions della Vecchia Signora.

Difesa

In difesa la prima certezza del nuovo corso si chiama Szczęsny. Il polacco ha già dimostrato il suo valore nella scorsa stagione e le sue abilità non solo tra i pali, ma anche con il pallone tra i piedi, il che lo rende perfetto per il gioco di Sarri. Perin su cui ha preso informazioni la Roma, potrebbe essere sostituito da un ex pupillo del tecnico toscano come Pepe Reina.

Marquinhos in ottica bianconera (foto da DaillyMarocco)

Tra i centrali Sarri oltre la coppia Bonucci Chiellini, ritrova anche Rugani, cresciuto con lui quanto entrambi erano ad Empoli. La Juventus comunque sta valutando anche altri profili, tra cui quello di Marquinhos molto quotato nel caso De Ligt si trasferisca a Parigi.

Cancelo potrebbe essere la prima vittima sacrificale del calciomercato Bianconero. Nelle ultime settimane il portoghese è stato dato vicinissimo al Man City e i nomi che circolano per sostituirlo sono quelli di Semedo o Hisay, altro giocatore cresciuto proprio da Sarri. Mentre sulla sinistra dovrebbero essere confermati sia Sandro che Spinazzola.

Centrocampo

In questo reparto la Juventus si è mossa prima delle sue rivali, garantendosi le prestazioni di Aaron Ramsey in scadenza con l’Arsenal. Oltre questo in un ipotetico centrocampo a tre Sarriano, Pjanic potrebbe fare il Jorginho, mentre Matuidi e Emre Can garantirebbero muscoli, come fecero Kante e Allan.

Zaniolo con la maglia della Nazionale italiana. Credits: Fox Sport

Ma i rumors vogliono la dirigenza bianconera su un altro profilo pesante per completare il reparto. Se il ritorno di Pogba, visti i costi, pare solo una romantica suggestione, attenzione a non sottovalutare le piste che portano a Milinkovic Savic e Zaniolo.

Attacco

Tra tutti i reparti ipotizzare come sarà composto quello offensivo il prossimo anno è un bel Cubo di Rubik. L’unica certezza al momento si chiama Cristiano Ronaldo. Sarri nella sua avventura al Chelsea ha dimostrato di saper gestire anche fuoriclasse, vedesi Hazard, lasciandoli maggiore libertà e liberandoli da eccessivi tatticismi.

Foto da GianlucaDiAMarzio.com

Su chi lo affiancherà vedendo le squadre allenate in passato da Sarri tutti i profili già presenti in rosa potrebbero combinarsi bene. Higuain che nell’ultimo anno ha perso il suo smalto, potrebbe rigenerarsi attraverso le cure del suo mentore, l’uomo che gli ha permesso di battere il record di 36 goal in Serie A.

Al Chelsea però ha preferito una punta forte fisicamente come Giroud, in quel caso il profilo ideale sarebbe quello di Mario Mandzukic. Infine c’è Dybala la Joya che nell’ultimo periodo ha perso il sorriso. Sarri potrebbe rigenerarlo e magari portarlo a giocare più avanti, da falso nueve, come fece con Dries Mertens.

Restano tutte ipotesi per il momento, ma se la rivoluzione Sarriana ci sarà, allora in casa Juventus ci si prepara per un’estate che si annuncia di fuoco.

Luca Pradella.

Back to top button