Cinema

Compie gli anni oggi David Lynch: il regista dell’enigmatico

Nasceva oggi David Lynch, l’uomo che è riuscito a stravolgere il mondo del cinema e della televisione. Regista, pittore, produttore e molto altro. Un artista poliedrico in grado di guardare oltre e scavare nella mente umana. Capace di trasformare la pura immagine in un viaggio sensoriale e onirico.

David Lynch, uno degli autori più singolari del panorama americano

Compie gli anni oggi David Lynch
Compie gli anni oggi David Lynch

David Lynch nasce a Missoula, in Montana il 20 gennaio del 1946. Inizia studiando pittura, sentendo poco dopo il bisogno di sperimentare con l’immagine in movimento realizzando infatti nel 1967 Six Men Getting Sick ovvero il suo primo cortometraggio. Un’animazione di un minuto che mostra sei uomini malati e sofferenti. Continua poi con “The Alphabet”(1968), un corto disturbante e spaventoso dove la dimensione sonora occupa un ruolo fondamentale.

Fin dal suo debutto al cinema con “Eraserhead-la mente che cancella” (1978) Lynch mostra apertamente il suo interesse verso l’esplorazione dell’enigmatico, in particolare verso lo studio dell’inconscio. “Velluto blu” (1986) è forse una delle opere più inquietanti e particolari della storia del cinema. Un giallo dove la dimensione onirica si fonde con la realtà e i piani percettivi si sovrappongono. Negli anni Novanta rivoluziona il mondo televisivo con “I segreti di Twin Peaks” (1990-1991), serie TV realizzata assieme a Mark Frost. Qui, si capovolge il rapporto canonico tra spazio e tempo e viene esasperato ciò che aveva in precedenza fatto con “Velluto Blu”. Viene esplorato un paesaggio dai toni noir e angoscianti, costellato da spaventosi dettagli. Dunque, lo spettatore è messo di fronte ad un’esperienza quasi destabilizzante e allucinatoria.

Questa sua particolarità espressiva ha da sempre diviso il pubblico tra chi lo ama e chi non lo comprende. Forse è proprio qui che risiede la forza di Lynch, nel suo essere in grado di arrivare e di essere ricordato. Nel bene o nel male è sempre riuscito a rimanere impresso nella memoria di chi guarda trasmettendo il suo modo di vedere le cose e la sua voglia e capacità di fare arte.

Giorgia Labrozzi

Seguici su Google News

Back to top button