Economia

Contributo a fondo perduto per attività stagionali: al via da oggi la richiesta

Adv

Il contributo a fondo perduto “Sostegni-bis attività stagionali” è alternativo al contributo “Sostegni-bis automatico”. Oggi si potranno iniziare ad inviare le domande per ottenerlo dal sito dell’Agenzia delle Entrate da “Fatture e corrispettivi”; da mercoledì 7 luglio si potrà fare anche attraverso Entratel e Fisconline. Le richiete non verranno più accettate dopo il 2 settembre.

Contributo a fondo perduto: ecco a chi spetta

Il primo passo per ottenere il contributo a fondo perduto per le attività stagionali è compilare e firmare un’autocertificazione che certifichi che con tutti gli aiuti messi in atto dallo stato, non si vadano a superare i limiti previsti. Se così fosse si andrebbe incontro a rischi penali, per questo sarebbe meglio allora richiedere una cifra più bassa.

Va ricordato, come fa Il Sole 24 Ore, che il fondo perduto alternativo spetta a chi ha conseguito nel 2019 ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro e ha riportato un calo mensile medio del fatturato e dei corrispettivi dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 di almeno il 30% rispetto al periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020. L’importo erogato è collegato alle fasce di ricavi o compensi con percentuali diverse a seconda che abbia ottenuto o meno il contributo automatico del decreto Sostegni-bis. 

Il contributo spetta così a tutti i soggetti che svolgono attività d’impresa, arte o professione o producono reddito agrario, titolari di partita Iva, attiva al 26 maggio 2021, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato.

In caso di errore nella compilazione del documento, sarà possibile inviarne un’altra sostitutiva della precedente, sempre entro il 2 settembre.

Adv
Adv
Adv
Back to top button