Dopo alcuni mesi di discussioni e le indiscrezioni delle ultime ore, è arrivata da poco l’ufficialità. C’è ufficialmente la convergenza IMSA-ACO che porta alla nascita della piattaforma LMDh.

Convergenza IMSA-ACO LMDh – Finalmente ci siamo. Nel corso del weekend della 24 Ore di Daytona il presidente di ACO Pierre Fillon ed il Chairman dell’IMSA Jim France hanno ufficializzato uno storico accordo tra IMSA ed ACO. L’accordo permetterà ai top-class prototypes di poter essere eleggibili sia per il FIA World Endurance Championship che il WeatherTech SportsCar Championship. Questo sarà consentito a partire dalla stagione 2021-2022 del WEC e la stagione 2022 delle competizioni IMSA.

Dalle LMP2 e DPi alla Piattaforma LMDh

La grande novità della convergenza tra IMSA ed ACO riguarda l’introduzione della piattaforma LMDh. Questa si baserà sulla realizzazione di uno chassis comune tra IMSA ed ACO che utilizzerà sia elementi delle Le Mans Hypercar che delle attuali vetture LMP2. La soluzione che verrà introdotta a partire dal 2022 sostituirà il progetto di sviluppo DPi 2.0, fino ad ora condotto all’interno dell’IMSA.

Convergenza IMSA-ACO LMDh
Jim France (sinistra) e Pierre Fillon (destra) al momento della firma – Photo Credit: FIA WEC

Le vetture saranno realizzate da quattro costruttori delle attuali vetture LMP2: Dallara, Ligier Automotive, ORECA e Multimatic. Una grande novità riguarda l’introduzione di un sistema ibrido basato sul KERS sull’asse posteriore. Il design delle vetture sarà studiato in collaborazione con il fornitore del propulsore che, molto probabilmente, continuerà ad essere Gibson. Lo stesso chassis sarà utilizzato per le future vetture LMP2 con il nuovo regolamento 2022. La scelta adottata da IMSA ed ACO potrebbe aprire nuovi orizzonti nel mondo endurance.

“Realizzando una piattaforma comune per i top-class protoypes a livello globale è stato un obiettivo sia degli organizzatori dei campionati che per i costruttori – oltre che per gli appassionati di tutto il mondo – per molti anni. Siamo molto orgogliosi di poter dire che questa convergenza sia finalmente arrivata”John Doonan, presidente di IMSA

Non molto tempo fa, Zak Brown aveva parlato di un futuro ingresso di McLaren nel mondo dei prototipo. Il proprietario e fondatore di United Autosports aveva sottolineato la necessità di creare una piattaforma unica per i prototipi tra ACO ed IMSA. Con questa ufficialità, sicuramente grandi costruttori come Ford, Lexus e Lamborghini potrebbero provare a realizzare una vettura che entrerà nella piattaforma LMDh.

Gérard Neveu, il visionario che ha avuto ragione

La realizzazione di questo accordo è stato possibile grazie alla ferma volontà di Gérard Neveu di realizzare una convergenza globale tra IMSA ed ACO. Dopo mesi di trattative e negoziazioni, l’accordo è stato ufficialmente firmato dalle due federazioni aprendo a nuovi orizzonti per il mondo endurance. Ecco le sue parole.

Gérard neveu
Gérard Neveu durante la presentazione della 8 Ore del Bahrain – Photo Credit: FIA WEC

“I due organi sportivi dovrebbero essere applauditi per la loro visione ed il loro spirito di collaborazione. Le Mans Hypercars e le vetture della nuova LMDh parteciperanno insieme alla 24 Ore di Le Mans ed alla 24 Ore di Daytona. Questo garantirà un’incredibile ed emozionante sfida per gli appassionati di tutto il mondo”Gérard Neveu

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA