Esteri

Mistero in Corea del Sud: 163 persone riammalate di coronavirus

In Corea del Sud 163 persone che erano riuscite a battere il coronavirus guarendo completamente si sono riammalate: i funzionari sanitari del Paese stanno cercando di risolvere questo mistero e la stessa cosa sta succedendo in Cina, riporta la Cnn.

Secondo il Centro sudcoreano per il controllo e la prevenzione delle malattie (KCDC), che ha diffuso questi dati, la percentuale delle persone che risultano di nuovo positive dopo essere guarite è bassa, circa il 2,1%, ma non è chiaro quante delle 7.829 persone guarite siano state sottoposte nuovamente al test.

Questo fenomeno, commenta la Cnn, preoccupa a livello mondiale, inclusa la stessa Corea del Sud, dove adesso il virus sembra essere sotto controllo. Il vice direttore della KCDC, Kwon Joon-wook, ha spiegato che finora i pazienti che si sono riammalati non sembrano essere contagiosi, anche se circa il 44% di loro mostra lievi sintomi della malattia.

Seoul (CNN) – In South Korea, health officials are trying to solve a mystery: why 163 people who recovered from coronavirus have retested positive, according to the Korea Centers for Disease Control and Prevention (KCDC).The same has been recorded in China, where some coronavirus patients tested positive after seeming to recover, although there are no official figures. That raises the question: can you get reinfected with coronavirus?In South Korea, the proportion of cases that retest positive is low – of the 7,829 people who have recovered from coronavirus there, 2.1% retested positive, the KCDC said Friday. It is not clear how many of the people who have recovered have been tested again.

Back to top button