AttualitàEsteri

Coronavirus, Donald Trump all’Onu: “La Cina ha infettato il mondo”

Durante il suo intervento all’Assemblea dell’Onu, il Presidente degli Stati Uniti d’America ha impietosamente puntato il dito contro la Cina. Secondo Donald Trump, infatti, questo Paese è il vero e proprio responsabile della nascita e della diffusione del Coronavirus.

PhotoCredit: dal web

Il Presidente americano contro la Cina

Meno di un quarto d’ora di video-messaggio registrato alla Casa Bianca è stato sufficiente a Donald Trump per attaccare ferocemente la Cina. In occasione del suo intervento all’Assemblea generale dell’Onu, il Presidente degli USA ha parlato quasi esclusivamente del Paese che, a parer suo, è responsabile “di aver scatenato questa piaga nel mondo”. Spesso, infatti, per corroborare la propria tesi, riferendosi al Covid ha utilizzato l’espressione “virus cinese”.

Le dure parole di Trump

Il Presidente ha dichiarato che la Cina, quando il Coronavirus ha iniziato a circolare, ha bloccato i voli interni, ma ha permesso agli altri voli di lasciare il Paese “ed infettare il mondo”. Ha aggiunto: Il Governo cinese e l’Organizzazione mondiale per la Sanità, che è virtualmente controllata dalla Cina, dichiararono in modo falso che non vi erano prove della trasmissione da uomo a uomo. In seguito hanno detto, sempre in modo falso, che le persone senza sintomi non avrebbero diffuso la malattia.

La risposta di Xi Jinping

Come gli altri leader internazionali, anche Xi Jinping ha preso parte al dibattito. Quest’ultimo non ha contrattaccato, e non si è difeso; semplicemente, ha voluto inviare un messaggio di fratellanza:La pandemia va affrontata tutti insieme, uniti, seguendo la scienza. Ogni tentativo di politicizzare o stigmatizzare la pandemia deve essere respinto”.  Il Presidente della Repubblica popolare cinese ha concluso dicendo che il proprio Paese “continuerà ad essere un elemento che forgia la pace nel mondo”.

“Ci muoviamo in una direzione molto pericolosa”

Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, teme che s’incappi in una nuova Guerra Fredda tra America e Cina, definendo “molto pericolosa” la direzione in cui ci si sta muovendo. Infatti, il segretario generale dell’Onu ha dichiarato che non possiamo permetterci “un futuro nel quale le due maggiori economie spaccano il globo in una grande frattura”. Guterres ha infine aggiunto che la divisione tra i due Paesi rischia di diventare anche “geostrategica e militare”, e ciò è da evitare ad ogni costo.

Resta aggiornato su tutta l’Attualità di Metropolitan Magazine, e segui la pagina Facebook.

Back to top button