AttualitàPolitica

Coronavirus, arriva il dpcm di ottobre: ecco le nuove regole

Per contrastare la crescita della curva dei contagi da Coronavirus, il premier Giuseppe Conte si prepara a firmare l’ennesimo dpcm. Ecco quali sono le nuove misure a cui si è pensato.

PhotoCredit: dal web

Il nuovo dpcm contro il Coronavirus

Oltre alla richiesta del prolungamento dello stato d’emergenza fino al 31 gennaio 2021, è previsto un ennesimo dpcm, che arriverà al consiglio dei ministri lunedì sera. Dunque, gli italiani si preparano a fare i conti con nuove regole, ossia con nuove restrizioni. Verrà anche aggiornata la lista dei Paesi più a rischio, in cui, già si sa, la Grecia non comparirà.

Locali e mezzi pubblici

Nel caso in cui i contagi dovessero aumentare, le serrande dei locali aperti al pubblico potrebbero abbassarsi intorno alle 23. In più, si potrebbe imporre un limite massimo per il numero dei clienti di bar, pub e ristoranti. Non è escluso che tali restrizioni non possano arrivare a riguardare anche le iniziative private. Le discoteche resteranno chiuse. Invece, la capienza dei mezzi di trasporto non potrà andare oltre l’80% dei posti a sedere.

Spettacoli e manifestazioni sportive

Se all’aria aperta, agli spettacoli e alle manifestazioni sportive non potranno partecipare più di 1.000 persone per volta – ovviamente tutte con mascherina e ben distanziate -. Per quanto concerne ai teatri, cinema e sale da concerto al chiuso, il tetto massimo dei possibili presenti sarà persino inferiore: si parla di 200 persone per volta.

Mascherine all’aperto e militari per strada

Negli ultimi giorni, in alcune regioni d’Italia – come ad esempio nel Lazio – sono state firmate delle ordinanze per imporre l’uso della mascherina anche all’aperto. Ora, il premier Giuseppe Conte sta valutando se sia il caso di estendere l’obbligo a tutto il Bel Paese. Inoltre, per le operazioni di controllo potrebbe essere prevista la partecipazione degli operatori delle polizie locali e del personale militare di Strade Sicure.

Resta aggiornato su tutta l’Attualità di Metropolitan Magazine, e segui la pagina Facebook.

Back to top button