Pensioni, “Non riscattate il fondo integrativo, aspettate!”

Di fronte alla volatilità finanziaria generata dalla pandemia di coronavirus, il consiglio è quello di aspettare! Il monito vale anche per i risparmiatori che hanno sottoscritto un fondo pensione integrativo.

E così Assoprevidenza, con una nota, invita gli iscritti a non riscattare il capitale accumulato, il fondo pensione integrativo.

“Com’è noto, il valore della posizione previdenziale individuale dell’iscritto deriva dalla valutazione, a prezzi correnti, dell’investimento nel fondo di appartenenza, da febbraio in avanti, con il deflagrare del coronavirus, le borse e i mercati finanziari in generale. Hanno subito violenti ridimensionamenti, con il risultato che l’ammontare delle posizioni dei singoli risulta inferiore, anche di molto, rispetto a pochi mesi fa”. Ha osservato Sergio Corbello, presidente di Assoprevidenza sul fondo integrativo.

Ecco perché, a detta di Corbello, è opportuno adesso “attendere, mantenendo la posizione presso il fondo pensione, il tempo necessario perché il valore degli investimenti riprenda quota, ragionevolmente nel giro di un biennio”. La scelta dipenderà chiaramente dalle necessità individuali. Per chi ne è ha la possibilità, secondo Corbello, potrebbe essere addirittura l’occasione per approfittare della situazione: “per integrare la posizione esistente nel fondo pensione con ulteriori contributi volontari: si investirebbe in un momento favorevole, con le quotazioni dei titoli basse, beneficiando oltretutto delle agevolazioni fiscali previste”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA