Attualità

Sintomi coronavirus: perdita di gusto e olfatto?

Tra i vari sintomi, in questi giorni i medici hanno scoperto che nella fase terminale della malattia, quindi in fase di guarigione, alcuni pazienti hanno “perso” il gusto e l’olfatto.

Stando alle parole del primario del reparto di Malattie infettive III dell’ospedale Sacco di Milano, non si tratta dunque di un sintomo iniziale.  “Nei nostri pazienti vediamo frequentemente i sintomi dell’anosmia (alterazione dell’olfatto, ndr) e della disgeusia (alterazione del gusto, ndr), anche nei casi lievi e moderati”. Al momento non sono ancora disponibili dati di osservazione scientifica, lo sottolinea lo stesso Galli: “Sono osservazioni personali e del mio team. La perdita dei due sensi possono comparire anche in altre infezioni delle vie respiratorie , ma nella Covid-19 sembrerebbe più frequente e grave. Speriamo che la cosa sia transitoria“.

Il virologo Hendrik Streeck coordina le indagini a tappeto nell’area di Heinsberg, dove per ora è concentrata l’epidemia. In un’intervista alla Frankfurter Allgemeine dice di aver riscontrato la perdita di entrambi sensi tra i pazienti risultati positivi ai test.

Gli infermieri contagiati: “Non sentiamo il gusto e l’olfatto”

Le conferme arrivano dalla prima linea, infatti alcuni infermieri costretti alla quarantena dopo essere stati contagiati dichiarano di aver “quasi perso l’olfatto e il gusto: non sentiamo praticamente più né gli odori né i sapori”.

Back to top button