Le domande sul coronavirus sono tante : come ci si ammala? Come si prende il contagio? Quali sono i sintomi? Esiste una prevenzione? Esiste una cura?

Ormai i contagi in Italia stanno aumentando giorno dopo giorno, i morti non sono tanti rispetto ai contagiati di oltre 450 ad oggi, perché? Non bisogna creare inutili allarmismi, l’informazione e’ la base di tutto e oggi cerchiamo di rispondere a tutte le domande che ci avete mandato in redazione.

Cos’è’ il coronavirus? I coronavirus sono virus che colpiscono le vie respiratorie, pertanto i sintomi nell’uomo includono febbre, rinite, tosse e difficoltà respiratorie. Il nuovo coronavirus cinese è pericoloso perché è molto contagioso (secondo gli studi, 1 persona infetta può contagiare fino a 4 persone), ma solo in rari casi, e quando gli infetti hanno problemi di salute e difese immunitarie molto basse, porta alla morte.

I sintomi del coronavirus:

  • naso che cola
  • mal di testa
  • febbre
  • tosse
  • respiro affannoso
  • bronchite
  • gola infiammata
  • sensazione di malessere diffuso

Nei casi più gravi il coronavirus causa:

  • polmonite
  • sindrome respiratoria acuta grave
  • insufficienza renale

Chi ha la febbre e presenta uno o più sintomi di quelli elencati sopra, dovrebbe rivolgersi al medico o fare una radiografia se nelle due settimane precedenti all’insorgenza dei sintomi ha avuto stretti contatti con pazienti affetti da coronavirus, ha fatto viaggi in aree a rischio, ha lavorato o frequentato strutture sanitarie in cui sono stati trattati pazienti con infezioni del virus. Il periodo di incubazione, cioè il tempo necessario affinché non compaiano i sintomi dopo essere stati contagiati, è di 14 giorni.

Come proteggersi dal coronavirus?

Per proteggersi dall’eventuale contagio, i medici raccomandano di lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche; di evitare di tossire e starnutire senza accorgimenti personali di protezione, mano di fronte al viso, e di usare un fazzoletto usa e getta. Evitare di visitare mercati di prodotti alimentari freschi, soprattutto di origine animale e animali vivi.

Esistono cure al virus?

Ad oggi non esiste un vaccino in grado di proteggere le persone da questo tipo di coronavirus, che è un nuovo ceppo, per cui la medicina sta ancora capendo come trattarlo. In attesa di una cura specifica per il nuovo coronavirus, che si presenta come una super-influenza, si stanno utilizzando trattamenti farmacologici previsti contro febbre alta e problemi respiratori.

pazienti finora sono stati trattati con antinfiammatori, analgesici, antipiretici, dando molta importanza anche alla reidratazione. Tuttavia si è anche testata una cura alternativa: un paziente colpito da nuovo coronavirus in Cina è guarito ed è stato dimesso dall’ospedale dopo un trattamento combinato con un farmaco contro il virus dell’HIV.

Anche se ad oggi un laboratorio australiano ha portato buone notizie e attendiamo l’evoluzione dello studio scientifico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA