Attualità

Coronavirus, i contagiati nel Lazio continuano a crescere

Nel giro di 24 ore il Lazio, unica regione in cui l’Rt è superiore al livello di guardia, ha registrato 14 nuovi casi di coronavirus.

In appena un giorno il coronavirus ha contagiato 14 persone, di cui 13 nella capitale. Il totale attuale è di 987, di cui 701 sono in isolamento domiciliare

Il coronavirus sta rallentando la sua corsa, ma non ancora nel Lazio. Le Asl regionali, infatti, hanno registrato un ulteriore aumento dei casi di Covid-19, che ad oggi sono 987. Dei nuovi casi, 13 riguardano la capitale, nella quale ci sono 4 casi legati al San Raffaele Pisana e 4 casi provenienti da altre regioni. Nello specifico, una donna rientrata da Bergamo, un uomo proveniente dal Piemonte, un ragazzo rientrato dall’Egitto e uno dal Brasile.

Il dato che meglio spiega la crescita dei casi di coronavirus è l’indice Rt, che misura la potenziale trasmissibilità della malattia nella situazione contingente. È una cifra che dunque variabile a seconda del contesto che si prende in considerazione. E attualmente il Lazio è l’unica Regione italiana che si attesta su un valore superiore a quota 1, ovvero il livello di guardia. Anche la Lombardia, la Regione che più ha sofferto a causa della pandemia, registra un dato inferiore (0,82). Il dato subisce l’influenza della presenza dei focolai del quartiere Garbatella e dell’ospedale San Raffaele Pisana, dove i casi sono arrivati a 113. Solo ieri il personale ha eseguito 430 tamponi tra pazienti e non.

La pandemia nella Regione

Il Lazio ha contato, dall’inizio della pandemia, 8009 casi. In questo gruppo si sono registrati 6195 guarigioni e 827 deceduti. I restanti 987 sono le persone attualmente positive, di cui 701 sono in isolamento domiciliare, 247 ricoverati in degenza ordinaria, e 39 in terapia intensiva.

L’assessore alla Salute Alessio D’Amato ha comunque voluto ricordare il continuo lavoro degli addetti:

I servizi di contact tracing stanno svolgendo un lavoro importante e straordinario. Proseguono le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell’ordine. C’è stato un decesso nelle ultime 24h, mentre sono stati 14 i guariti nelle ultime 24h raggiungendo un totale complessivo di 6.195 che sono ormai oltre sei volte il numero degli attuali positivi”

Restate con noi per ulteriori aggiornamenti.

Back to top button