La minaccia del Coronavirus approda anche nel calcio professionistico italiano. Dopo la positività di Timo Hubers, calciatore dell’Hannover, anche la Serie A ha conosciuto il nome ed il cognome del primo contagiato: si tratta di Daniele Rugani, difensore italiano in forza alla Juventus. L’esito del tampone del Covid-19 ha allertato tutto il movimento calcistico italiano. Soprattutto l’Inter, l’ultima avversaria degli attuali campioni d’Italia. La società di Suning, dopo il comunicato dei bianconeri, si è attrezzata prendendo precauzioni speciali per evitare la diffusione del virus arrivato dalla Cina.

Inter in quarantena per il Coronavirus

L’Inter in quarantena. La società nerazzurra è stata l’ultima avversaria della Juventus del contagiato Rugani nella gara che ha sancito il recupero della sfida scudetto in Serie A. La partita, vinta 2-0 dai bianconeri, potrebbe esser stata il veicolo per nuovi contagi del Coronavirus: Juventus ed Inter sono in isolamento. La notizia, ovviamente, mette a serio rischio la continuazione della stagione sportiva interrotta, pochi giorni fa, dal decreto emanato da Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio. Ecco il comunicato della società meneghina in merito all’accaduto:

“FC Internazionale Milano rende noto che, a seguito del comunicato di Juventus FC riguardo alla positività del calciatore Daniele Rugani al COVID-19, viene sospesa ogni attività agonistica sino a nuova comunicazione. Il club si sta attivando per predisporre tutte le procedure necessarie”.

La compagine nerazzurra, al momento, risulta in quarantena: dopo lo stop della Serie A, la UEFA ha rinviato anche la gara Inter-Getafe, gara valevole per l’andata degli ottavi di finale dell’Europa League.

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA