Sono settimane difficili quelle che l’Italia sta vivendo a causa dell’emergenza Coronavirus. In ambito sportivo, il calcio italiano ha dovuto fronteggiare la situazione e nelle ultime due giornate di campionato ci sono stati molti rinvii. Per il prossimo mese tutte le partite di Serie A saranno giocate a porte chiuse. Ovviamente la sanità è sempre al primo posto ma sicuramente questo farà perdere spettacolo al campionato e molte entrate alle società, fattori che in questo momento vengono giustamente messi in secondo piano. Siccome i stadi saranno vuoti esiste l’ipotesi che alcune partite di campionato potrebbero essere trasmesse in chiaro. Ecco la situazione e tutto quello che c’è da sapere.

Emergenza Coronavirus: è possibile la Serie A in chiaro?

La Serie A si giocherà a porte chiuse fino al 3 aprile. Questa è la decisione presa dal governo che potrebbe anche prorogarsi nel caso l’emergenza Coronavirus aumentasse. Nei scorsi giorni si è parlato di una possibilità riguardante la trasmissione di alcuni match di Serie A in chiaro. Sky detentrice insieme a Dazn dei diritti televisivi del campionato aveva dato la disponibilità per trasmettere Juventus-Inter su TV 8, canale in chiaro. Questa possibilità però, non sembra realizzabile per via della legge Melandri. Sky, infatti ha i diritti per trasmettere alcune partite di Serie A criptate tra cui Juve-Inter e non possiede i diritti in chiaro. Ci sarebbe una violazione della legge.

Partite in chiaro: ecco la rihiesta

Tuttavia c’è ancora una remota possibilità per vedere in chiaro le partite di Serie A. Come riportato da calciomercato.com la senatrice di Forza Italia, Sandra Lonardo Mastella ha presentato un’interrogazione parlamentare con carattere d’urgenza. La senatrice ribadendo il fatto che le prossime partite di Serie A e Serie B si giocheranno a porte chiuse ha chiesto al governo un intervento affinchè tutte le partite si vedano in chiaro. I punti fondamentali della richiesta sono: soddisfare le esigenze di natura sanitaria ed evitare una modesta depressione sociale. Ad oggi appare molto complicato che la richiesta venga accolta.

SEGUICI SU:

PAGINA FACEBOOK

ACCOUNT TWITTER

© RIPRODUZIONE RISERVATA