Calcio

Coronavirus, la Serie A torna nell’incubo: dieci casi accertati in poco tempo

Proprio quando il governo di Giuseppe Conte sembrava aperto ad un dialogo costruttivo con le leghe di calcio per tentare di riprendere faticosamente i tornei, la Serie A cade nuovamente nell’incubo portato dal Coronavirus. Da ieri, infatti, la massima serie italiana ha contato ben 10 positivi al Covid-19. Questa nuova consapevolezza rischia, senza possibilità di appello, di tagliare definitivamente le gambe alla ripresa dei campionato. Mentre Serie D e C si arrendono, Serie A e B attendono di conoscere i prossimi sviluppi. Alla luce degli ultimi fatti, sembra davvero complicato tornare a parlare di calcio giocato.

Coronavirus in Serie A: i comunicati dei club

Non trapelano ancora i nomi dei contagiati ma le società che hanno emesso il comunicato sono state Torino (ieri), Fiorentina e Sampdoria (oggi). In totale sono dieci i casi accertati in ventiquattro ore: uno nei granata, sei tra i viola (tre calciatori e tre membri dello staff) e tre nelle fila dei blucerchiati E la sensazione è che il conteggio non finirà qui. La quantità di tamponi che i calciatori stanno facendo, infatti, potrebbe scoperchiare un “vaso di Pandora” che metterebbe a serio rischio la continuazione dei tornei. Aveva iniziato ieri il Torino:

“Nel corso dei primi esami medici effettuati ai calciatori del Torino FC, è emersa una positività al COVID-19. Il calciatore, attualmente asintomatico, è stato posto immediatamente in quarantena e verrà costantemente monitorato”

Poi è stato il turno di Fiorentina e Sampdoria:

“A seguito dei controlli di laboratorio effettuati nel pomeriggio di ieri, ACF Fiorentina comunica che sono stati identificati 3 atleti e 3 dello staff tecnico-sanitario positivi al Covi d-19. La Società ha provveduto come da protocollo a proseguire l’isolamento delle persone coinvolte. Domani mattina sono previste per il resto del gruppo le viste medico sportive propedeutiche all’inizio dell’attività facoltativa sul campo”.

“L’U.C. Sampdoria informa che, nel corso degli esami ai quali sono stati sottoposti i calciatori, sono emersi tre nuove positività al Coronavirus-COVID-19 e un ritorno di positività. Attualmente asintomatici, gli stessi sono stati posti in quarantena e saranno costantemente monitorati come da protocollo“.

Messaggi che allontano nuovamente la possibilità di un nuovo inizio per la Serie A: il Coronavirus ha definitivamente vinto sul calcio?

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button