Calcio

Cristiano Ronaldo e l’Atletico Madrid, chi freme e chi trema

Questa sera alle 21 l’Old Trafford ospiterà Manchester UnitedAtletico Madrid e difficilmente i Colchoneros dormiranno sonni tranquilli al pensiero di incontrare Cristiano Ronaldo. Qualsiasi maglia abbia indossato, il portoghese è sempre stato, in qualche modo, il guastafeste dei ragazzi di Simeone. A contatto con il numero 7 si può dire che l’Atletico Madrid subisca effetti analoghi a quelli di Superman con la criptonite. I numeri sono impressionanti, tanto da poter definire Ronaldo la bestia nera dei Colchoneros. La gara di andata non ha visto il portoghese nel tabellino dei marcatori, ma tutti sanno che è nei momenti decisivi che il campione colpisce. Ecco i numeri di Ronaldo contro l’Atletico Madrid.

Cristiano Ronaldo-Atletico Madrid: i numeri

In ben 36 occasioni si sono incontrati Cristiano Ronaldo e l’Atletico Madrid; nei primi quattro incontri quando indossava la maglia del Real, il portoghese non ha colpito né all’andata né al ritorno in campionato. In Copa del Rey, nella stagione 2010-11, però non ha risparmiato i Colchoneros segnando in entrambe le gare valide per i quarti di finale. Da quel momento in poi CR7 non ha più smesso: 22 gol in 32 partite nei derby madrileni, di cui alcuni molto pesanti. Si pensi alle cinque reti rifilate tra andata e ritorno in Liga nella stagione 2011-12 oppure alla straordinaria tripletta che nel 2017 portò il Real in finale di Champions League. Non poteva mancare la sua firma neanche nella finale di Lisbona, la “Decima“, quando siglò il 4-1 al 120′. Quando poi è passato alla Juventus, nel 2019 ha rimontato praticamente da solo il 2-0 dell’andata mettendo a segno una tripletta tra le più straordinarie della storia della Champions League. Il computo totale vede 36 partite, 25 gol e 9 assist: una vera e propria bestia nera per l’Atletico Madrid.

La bestia nera di Simeone

Se Diego Simeone non ha ancora vinto la Champions League in tutti questi anni di carriera, un pizzico di responsabilità, forse, è anche di Cristiano Ronaldo. Due finali e una semifinale in cui il portoghese c’era e senza pietà ha distrutto i sogni del comandante dei Colchoneros. Stasera ancora una volta è scontro, ma con la maglia del Manchester United. La tripletta contro il Tottenham nell’ultimo turno di Premier League è l’ennesimo indizio che il numero 7 è lo stesso che in questi anni ha terrorizzato la difesa dell’Atletico. L’appuntamento è quindi a questa sera. In Inghilterra fremono, a Madrid tremano.

Francesco Ricapito

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button