Arrivata la decisione sulla possibile multa a Ronaldo per la reazione del portoghese dopo la sostituzione in Juve-Milan.

Rimettiamo le cose in ordine: al minuto 55′, Cristiano Ronaldo viene sostituito (per la seconda volta consecutiva) per fare posto a Paulo Dybala. Il campione portoghese, stizzito, esce dal campo urlando qualcosa a Maurizio Sarri e si dirige direttamente negli spogliatoi, senza fermarsi in panchina. Alcune ricostruzioni ci dicono di un Ronaldo che ha lasciato addirittura lo stadio prima della fine della partita. In arrivo una multa a Ronaldo?

Risultati immagini per ronaldo sostituito
CREDIT: tuttosport.com

Cristiano Ronaldo: Instagram porta la pace?

In occasioni come queste, vedi il caso Pirlo di qualche anno fa, la Juventus ha sempre multato il giocatore in questione. Questa volta no. Cristiano Ronaldo non verrà multato dalla società Juventus. Il portoghese, ora in ritiro con la Nazionale Portoghese, dovrà chiarirsi con la squadra e lo staff appena tornerà dagli impegni internazionali. Il comportamento di CR7, da quanto filtra dall’ambiente juventino, ha infastidito un po’ alcuni compagni.

Nonostante questa 24/48 ore di “caso Ronaldo“, il fenomeno della Juventus ha postato su Instagram la classica foto post-gara scrivendo in didascalia: “Partita difficile, vittoria importante!” il tutto condito con l’hashtag #finoallafine.

Dopo tanti aspetti positivi dall’arrivo di Ronaldo, la Juventus si trova ora a gestire il primo “problema CR7“. Sarri ha più volte detto che il Ronaldo delle ultime uscite è un giocatore affaticato e non al 100% a causa di un problema al ginocchio che gli impedisce il corretto allenamento.

La situazione CR7 è, per forza di cose, ancora in divenire. Le certezze sono due: niente multa e tutto si risolverà come la Juventus ha sempre fatto. Per buona pace di tutti.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter dell’autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA