Attualità

Cristina D’Avena, la paladina di cui la comunità arcobaleno non aveva bisogno, si esibisce sul palco di Fratelli d’Italia

La cantante Cristina D’Avena, paladina della comunità LGBTQ+ si è esibita alla festa del partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia. Il web insorge facendo scoppiare le polemiche.

Cristina D’Avena canta per Fratelli d’Italia

Cristina D'Avena Fratelli d'Italia
Festa Fratelli d’Italia

L’hashtag che porta il suo nome è diventato subito un trending topic su Twitter. Il web insorge e protesta contro Cristina D’Avena, per aver accettato di cantare domani 15 dicembre alla festa del partito Fratelli d’Italia. La scelta della cantante ha generato così tanto malcontento e disappunto, in quanto negli anni si è sempre detta vicina alla comunità LGBT, tanto da essere considerata una dei principali rappresentanti. Tutti i membri della comunità, che riponevano fiducia nella loro paladina, si sono sentiti profondamente umiliati e soprattutto traditi. Sono diversi gli eventi arcobaleno a cui Cristina ha partecipato, fra gli ultimi il Pride di Padova.

Ad acuire il dispiacere è anche il commento che la cantante ha rilasciato al quotidiano il Foglio, che riporta «Cristina ha una forte simpatia per Giorgia (Meloni, ndr)». Oltre al danno, anche la beffa, sarebbe il caso di dirlo. Inoltre, quella di domani è un’occasione molto importante per il partito e i suoi proseliti. Dal 15 al 18 dicembre, a Roma è in programma una grande festa per celebrare i 10 anni della fondazione di FdI. L’organizzazione politica di Giorgia Meloni nasce il 21 dicembre 2012, dopo la scissione con il Popolo della Libertà. Quest’ultimo, nato nel 2009 accorpava i due principali partiti di cdx (dal ’94) quali: Forza Italia di Silvio Berlusconi e il partito nazional-conservatore di destra di Gianfranco Fini, Alleanza Nazionale.

Rossella Di Gilio

Seguici su Google News

Back to top button