Esteri

Dal Pentagono: “Putin si arrende per la conquista di Kiev”

Durante la giornata di ieri, il ministro della Difesa statunitense ha dichiarato che secondo diverse fonti, sembrerebbe che il Presidente Russo Vladimir Putin abbia rinunciato a conquistare Kiev.

Vladimir Putin cambia meta

Il Pentagono ha annunciato che sembrerebbe che il Presidente Russo abbia rinunciato ad ulteriori sforzi nella conquista di Kiev.

Questo è quello che viene condiviso da il The Guardian.

Durante un’audizione parlamentare il ministro della Difesa statunitense Lloyd Austin ha quindi detto

“Pensava che avrebbe potuto conquistare molto rapidamente l’Ucraina, catturare molto rapidamente questa capitale

Gli sforzi del Presidente russo sembrerebbe ora concentrarsi nel sud e nell’est del Paese.

Il Pentagono alla luce di tali eventi non rallenta le sue forniture di armi all’Ucraina. Nuove armi sul fronte statunitense e australiano sono in arrivo. I primi continuano ad intervenire con missili e droni, mentre i secondi con la spedizione di mezzi corazzati.

In aggiunta alla loro non conquistata Kiev, la Russia ha ricevuto un ulteriore schiaffo dopo l’incontro di ieri dell’ONU.

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, in seguito alla votazione, ha deciso che la Russia è fuori dal Consiglio dell’ONU per i Diritti umani.

Contrari a questa decisione è stata la Cina, seguita dall’India che invece si è astenuta a tale voto.

Dall’Unione Europea è arrivata invece la decisione sulle sanzioni dell’Energia. Il bando che è sul carbone sarà operativo da settembre.

Oggi in atteza l’incontro tra il Presidente Volodymyr Zelensky ed il Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyer.

Rebecca-Asia Spadon

Seguici su
Instagram : https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Back to top button